Tunnel solare: il sole in una stanza

Ti trovi qui:

Finestre per tetti

get_the_author(); by Silvia Torneri in Finestre per tetti
Condividi:
Corridoio

Il tunnel solare è la soluzione ideale per portare luce naturale anche negli angoli più bui delle abitazioni.

La luce naturale svolge un ruolo determinante nella definizione architettonica degli spazi e contribuisce in modo decisivo alla percezione dei volumi e degli arredi, ma soprattutto al benessere.

La luce naturale ha infatti effetti positivi sul fisico e può avere un’influenza positiva anche sullo stato d’animo delle persone, grazie alla sua variabilità in termini temporali (mattina-sera, cielo coperto-cielo sereno). Inoltre garantisce uno spettro luminoso completo, mentre la luce artificiale spesso provoca un’alterazione nella percezione dei colori. Per questo motivo nella valutazione della qualità luminosa di una stanza viene preso come parametro di riferimento la luce solare.

Talvolta diventa difficile ottenere ambienti sufficientemente illuminati e ricchi di colori, chiari-scuri e ombre. Dal punto di vista architettonico l’unica porzione di edificio colpita dai raggi solari durante tutto l’arco della giornata è il tetto. Le finestre verticali invece, essendo posizionate in facciata, hanno un orientamento che è subordinato alla forma dell’edificio e alle condizioni ambientali esterne.

tunnel solare

Luce dal tetto

Negli ultimi anni sono stati progettati e realizzati tunnel solari in grado di captare la luce naturale dal tetto e di trasportarla attraverso condotti in stanze sottostanti prive di finestre o scarsamente illuminate.

Nell’edilizia residenziale nuova, le possibili applicazioni di questi prodotti riguardano principalmente ambienti a uso discontinuo che non comunicano direttamente con l’esterno (corridoi, vani scala, ripostigli).

Negli edifici vecchi o nei restauri, invece, l’utilizzo di tunnel solari permette di risolvere gravi problemi illuminotecnici non solo nei locali di servizio ma anche in quelli scarsamente illuminati come ad esempio nei bagni ciechi o negli ingressi. Inoltre, nel recupero edilizio, a causa dell’eccessiva profondità o irregolarità dei locali può essere necessario integrare l’apporto di luce anche in ambienti normalmente illuminati dalle finestre.

107526-01-XXL

Comfort e risparmio

Nel caso di finestre verticali orientate a nord potrebbe essere necessario integrare la luce nella parte più profonda della stanza.

Se la necessità è quella di inserire tunnel solari in locali abitati già dotati di finestre, le variabili progettuali da considerare sono molteplici e dipendono da fattori come la geometria degli spazi e la destinazione d’uso dei locali che possono essere adibiti al lavoro, all’utilizzo del computer o alla lettura.

I vantaggi legati al trasporto della luce naturale dal tetto ai piani sottostanti non si limitano esclusivamente al comfort visivo e alla qualità del colore percepita, ma sono anche quantificabili in termini di risparmio energetico in due modi diversi:

In maniera diretta, in quanto con un maggiore utilizzo della luce naturale si riducono i consumi elettrici grazie alla minore necessità di utilizzo della luce artificiale: il tunnel solare fornisce più luce di una lampadina da 60W.

In maniera indiretta, in quanto si limita l’apporto di calore solare dovuto all’irraggiamento diretto. I tunnel solari hanno il grande pregio di trasportare la luce ma non il calore, con un conseguente contenimento dei consumi per il condizionamento estivo.

È possibile fare un calcolo di quanta luce un tunnel solare porterà dentro un ambiente, indicando la posizione geografica e le caratteristiche di installazione, come il locale in cui verrà installato, le sue dimensioni, la pendenza e la posizione della falda del tetto.

123613-01-XXL

GUIDA PRATICA

A chi rivolgersi per la scelta e l’installazione?
In ogni fase progettuale è sempre consigliabile farsi supportare da tecnici specializzati o dalle aziende produttrici.

http://www.velux.it/prodotti/tunnel-solare/suntunnel-installation-video

Quali componenti servono?

La parte più importante dei tunnel solari è il captatore posizionato sul tetto. La sua funzione è quella di raccogliere la luce in modo costante durante l’intero emiciclo solare. I prodotti più recenti consentono una massima integrazione architettonica e permettono di ottenere prestazioni ottimali senza l’utilizzo di antiestetici camini o cupole. Dal punto di vista interno il diffusore si presenta come una normale plafoniera e durante le ore notturne può essere utilizzato per illuminare artificialmente gli ambienti, grazie a un semplice kit luce.

121610-01-L

Componenti
CAPTATORE: è posizionato all’esterno e ha la funzione di raccogliere e convogliare la luce diurna (diretta e diffusa) nel condotto.

CONDOTTO: ha la funzione di trasportare la luce naturale raccolta dal captatore. E’ rivestito con materiale riflettente ed è costituito da più elementi modulari che ne permettono l’estensione.

DIFFUSORE: è posizionato all’interno dell’ambiente che si vuole illuminare, permette il controllo in uscita del flusso trasportato dal condotto.

124103-01-XXL

KIT LUCE: permette di sfruttare il diffusore per l’illuminazione artificiale del locale durante le ore notturne, grazie a una lampada a led da 4 W.

TAGS:
scarica la guida

Commenti

12 commenti

  1. max

    quanto costa non ne parlate

Lascia un commento