I bonus volumetrici

Secondo il Decreto Legislativo 115, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 luglio 2008, sono esclusi dai computi volumetrici i maggiori spessori di pareti e solai necessari a migliorare l'isolamento termico degli edifici.

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha più di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Prima del Decreto Legislativo 115/2008, i costruttori o i privati che avessero voluto realizzare murature di spessore maggiorato per migliorare l’efficienza energetica di un edificio, avrebbero dovuto farlo a proprie spese sommando al costo del materiale isolante aggiuntivo, necessario per ottenere una migliore prestazione, la perdita di superficie commerciale dovuta al maggiore spessore delle pareti.

Fino a oggi, quindi, un muro più spesso significava una perdita di superficie calpestabile e conseguentemente una perdita di valore commerciale dell’immobile.

L’entrata in vigore del decreto e i bonus volumetrici
Dal 4 luglio 2008, data di entrata in vigore del Decreto Legislativo 115, molti di questi vincoli dimensionali sono stati eliminati.

La norma consente infatti di non calcolare i maggiori spessori dei muri e dei solai, resi necessari da motivi di contenimento dei consumi energetici.

Maggiori spessori che si presumono connessi alle migliori prestazioni e quindi non rappresentativi di una specifica utilità : di qui il trattamento assimilato a quello dei volumi tecnici, quali serbatoi, vani caldaia, cavedi o vani ascensore.

La norma va anche in deroga alle distanze dai confini, permettendo così di posizionare l’isolamento aggiuntivo sulla superficie esterna dei muri.

Nuove costruzioni o interventi su edifici esistenti
In dettaglio, per ciò che concerne le nuove costruzioni, si prevede che non vengano computate ai fini volumetrici e di distanza, le parti eccedenti spessori di 30 cm con un limite massimo di 25 cm per gli elementi verticali e di copertura e di 15 cm per i solai intermedi.

Gli interventi effettuati su edifici esistenti, potranno derogare alle distanze minime previste, per entrambi gli edifici confinanti, fino ad un massimo di 20 cm.

Il ruolo di regioni e comuni
Le Regioni e i Comuni potranno poi prevedere benefici ulteriori, quali:

  • concessione di bonus volumetrici (aumenti di indici di edificabilità connessi a tecniche costruttive);
  • esenzioni dal calcolo dell’intero spessore dei muri dalla superficie calpestabile (come già accade in alcuni Comuni, come ad esempio Reggio Emilia);
  • definizione come volumi tecnici di logge (balconi inseriti nella sagoma) o serre bioclimatiche (come già avviene in Lombardia, legge 39/2004).

La certificazione energetica
Il mercato edilizio Europeo si sta muovendo verso la certificazione energetica degli edifici. In un futuro prossimo tutte le case verranno classificate in classi che ne identificheranno le prestazioni e, come già avviene per gli elettrodomestici, a ogni classe corrisponderà un livello di consumo energetico diverso.

I proprietari o gli acquirenti in possesso di certificazione dispongono di uno strumento di trasparenza sulla qualità energetica dell’alloggio acquistato.

La certificazione diventa uno strumento di mercato, in quanto un edificio di classe A o B vale di più sul mercato immobiliare rispetto ad edifici di dimensioni, ubicazione ed aspetto analoghi, ma che risultano più energivori (classi C, D o successive).

Quanto detto vale sia per gli edifici nuovi che per quelli esistenti.

Il Decreto Legislativo 115/2008 diventa quindi il naturale completamento delle più recenti normative in ambito energetico relative alle nuove costruzioni o agli interventi di riqualificazione energetica, come la detrazione IRPEF 55% prevista dalla legge Finanziaria per i fabbricati esistenti.

foto autore
Silvia Torneri

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX