Ampliamento di una casa in centro storico

Nel capoluogo più alto d’Italia, l'ampliamento di una casa in centro storico, un restauro inedito come la città che la ospita: Enna.

Il progetto di ristrutturazione e ampliamento riguarda un’unità immobiliare facente parte di un edificio su tre livelli che si trova nel centro storico di Enna, in Sicilia.

L’abitazione era originariamente composta da quattro vani disposti su un unico livello.
L’appartamento oggetto del restauro si trova al secondo piano dell’edificio e rispetto alla strada che costeggia il retro della casa, ma a piano terra rispetto alla strada di accesso all’ingresso principale.

Ampliamento della struttura: un nuova zona living

Il progetto dell’architetto Andrea Caporali dello studio Omphalosarchitettura, ha come esigenza principale l’ampliamento della struttura al fine di dotare la nuova casa di un ampio soggiorno, di una cucina, oltre che di tre camere da letto, di uno spazio da adibire a studio e di due servizi igienici.

La zona giorno con la scala che sale al sottotetto
La zona giorno con la scala che sale al sottotetto

Illuminare gli spazi con finestre per tetti

Verificata la possibilità di realizzare una sopraelevazione, da un primo sopralluogo è stata chiara la necessità di illuminare gli spazi interni dell’abitazione.
Per la particolare disposizione delle pareti, alcune della quali confinanti con edifici vicini, l’unica soluzione attuabile sembrava quella di progettare un sistema di finestre sulla copertura che consentissero di diffondere una notevole quantità di luce naturale in tutti gli ambienti della casa.

Il piano superiore con la zona notte

Il piano superiore della casa, ricavato in seguito all’ampliamento dell’immobile, si raggiunge attraverso un corpo scala in vetro e acciaio, costruito in aderenza alla parete di spina che separa il soggiorno dalla cucina.

La scala con le finestre sul tetto
La scala con le finestre sul tetto

Sulla sommità del vano scala sono state posizionate sei finestre per tetti Velux elettriche e programmabili grazie a un semplice telecomando, che illuminano di luce naturale anche gli ambienti più interni del piano sottostante.
Per i restanti ambienti della casa, quali lo studio, il servizio igienico del primo piano e la camera posizionata nel sottotetto, sono state scelte altre finestre per tetti Velux di dimensioni diverse a seconda dell’area da illuminare.

foto autore
Silvia Torneri

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX