foto autore
Silvia Torneri

Raddoppiare lo spazio senza cambiare casa – Storie di mansarde – (Video)

Giulio e Gaia hanno deciso di ristrutturare il sottotetto del loro appartamento e di collegarlo al piano inferiore. In questo modo hanno ricavato spazio in più, con una spesa contenuta e senza dover affrontare un trasloco. Oggi la loro casa vale molto di più!

Questa volta vi voglio raccontare della ristrutturazione di un piccolo appartamento che in origine si sviluppava su un solo livello, ma con un ampio e interessante locale ad uso soffitta.
Per ricavare nuovo spazio, senza cambiare casa e affrontare lo stress e le spese di un trasloco, Giulio e Gaia, i due proprietari, hanno deciso di ristrutturare il sottotetto e di collegarlo al piano inferiore, creando una zona giorno a doppia altezza, illuminata dalla luce naturale.

Il parere del progettista

Per prima cosa hanno contattato un progettista, per verificare che la loro idea fosse realizzabile dal punto di vista strutturale. L’architetto non solo ha confermato la fattibilità del loro progetto, ma ha anche portato idee per la configurazione del nuovo spazio e per il miglioramento dell’illuminazione naturale. Così il sottotetto, prima inutilizzato e accessibile solo attraverso una botola, è stato trasformato in nuove stanze.

La divisione ottimale degli spazi

Invece di dividere l’appartamento in piccoli ambienti, Giulio e Gaia hanno scelto di realizzare un ampio open space a doppia altezza, che ospita al piano inferiore la cucina e il soggiorno e al piano mansardato la zona notte e lo studio.
Per sfruttare al massimo gli spazi hanno fatto realizzare su misura un’originale e capiente libreria, che si sviluppa sui due piani. Inoltre i gradini della scala che porta al livello superiore nascondono delle armadiature.
Al piano superiore è stato ricavato anche un piccolo angolo studio, per sfruttare tutto lo spazio disponibile. Come tutto il resto, anche la disposizione del bagno è stata studiata attentamente: la vasca si trova nel punto più basso, la doccia al centro, dove l’altezza è maggiore.
Nella camera da letto, lo spazio nei punti meno accessibili è arredato con mobili su misura.
Il bianco è il colore che predomina, con il preciso intento di aumentare la percezione di grande luminosità. Qua e là sono però distribuiti dei punti di colore, come la lampada rosa della cucina.
Per omogeneità con l’ambiente e con il soffitto, Giulio e Gaia hanno scelto finestre per tetti con finitura interna bianca.

La luce naturale

Le finestre per tetti permettono di vedere il cielo e lasciano entrare moltissima luce durante tutto il giorno. La passerella in vetro che dalla scala porta alla zona notte consente il passaggio della luce da un piano all’altro.

La spesa

A progetto ultimato, nel sottotetto sono stati ricavati 55 metri quadrati di spazio abitabile in più con una spesa di circa 80.000 euro. Così ora Giulio e Gaia hanno una casa più grande, che vale molto più di prima.

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX
Raddioppiare lo spazio senza cambiare casa
Realizzazione

Raddoppiare lo spazio senza cambiare casa – Storie di mansarde – (Video)

Giulio e Gaia hanno deciso di ristrutturare il sottotetto del loro appartamento e di collegarlo al piano inferiore. In questo modo hanno ricavato spazio in più, con una spesa contenuta e senza dover affrontare un trasloco. Oggi la loro casa vale molto di più!

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide di Mansarda

Scopri tutti i vantaggi del vivere in mansarda