Una casa in legno autocostruita

Autocostruzione, sostenibilità e rispetto della storia sono i principi che hanno guidato Paolo Carlesso nella progettazione di questa casa in provincia di Varese.

Il progetto di questa casa a Fagnano Olona, in provincia di Varese, ha dato l’opportunità all’architetto Paolo Carlesso di affrontare il problema della costruzione in modo radicale e anticiclico. La maggior parte dell’abitazione è stata autocostruita, solo le fondamenta e il montaggio delle pareti perimetrali sono state eseguiti da imprese specializzate.

Le scelte progettuali esprimono la volontà di utilizzare materiali e tecniche costruttive che siano sostenibili, economiche e richiedano manodopera minima.  Le pareti sono composte da pannelli di legno a incastro, assemblati senza l’uso di colle. La struttura interna è un telaio in acciaio, l’esterno è costituito da una facciata ventilata in fibrocemento ecologico.

_DSC2365-1

Il progetto segue il desiderio di abbracciare la storia di questo luogo specifico, rifiutando l’espansione urbana contemporanea. L’orientamento e la posizione sono dettati dall’architettura rurale; la tipologia edilizia e i materiali di finitura sono stati ispirati dalla prima espansione industriale. L’organizzazione del lotto, la scelta di materiali poveri e la decisione di autocostruire sono legati alla metà del 1900, periodo in cui la terra è stata ricolonizzata per mano di immigrati.

Un’altro fattore che ha determinato questo tipo di costruzione è stato quello finanziario: l’utilizzo di materiali semplici e poco costosi ha permesso di non chiedere finanziamenti alle banche.

esterno-sud

Nella progettazione si è deciso di seguire l’orientamento comune a tutti gli edifici rurali del nucleo storico del paese, con la facciata principale rivolta a sud e inclinata di nove gradi verso est.

an-italian-country-home-casa-cm-by-paolo-carlesso-13

Soggiorno, cucina e camere sono rivolti a sud, dove si trovano la maggior parte delle aperture, schermate dalla sporgenza di gronda e da un pergolato.

_DSC2323-1

Il pavimento in cemento del piano terra, dello spessore di 12 cm, consente di accumulare il calore dovuto all’irraggiamento diretto del sole attraverso le finestre orientate a sud.

an-italian-country-home-casa-cm-by-paolo-carlesso-10

Lo spazio interno è concepito come uno spazio unico su tre livelli, solo il bagno e lo studio sono in locali a parte.

_DSC2280-1

L’ampia superficie finestrata garantisce una buona illuminazione naturale e, grazie all’effetto camino dato alle tre finestre per tetti, la ventilazione naturale nel periodo estivo è garantita dalla continuità spaziale in verticale.

Progetto di Paolo Carlesso, foto © Simone Bossi.

foto autore
Stefania Girelli

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX