Come scegliere un architetto in 5 punti

Nella scelta di un architetto vanno valutati tutti gli aspetti che permettono di avere una progettazione accurata e professionale, come la capacità di analisi, la chiarezza, l'abilità di coordinamento delle maestranze, il dettaglio dei costi e la direzione dei lavori.

Nel momento in cui si sceglie di acquistare una mansarda e di ristrutturarla, ci si pone subito la domanda “posso fare da solo o è meglio che mi rivolga a un esperto?” In un mercato come quello attuale, dove si tende a stare al ribasso, la scelta potrebbe essere la prima, ma un lavoro fatto da un esperto del settore è di gran lunga migliore di uno fai fa te. Un architetto fornisce una progettazione accurata e professionale, che, alla fine dei lavori, potrebbe risultare anche meno costosa di un lavoro fatto senza nessun coordinamento.

Eccovi i 5 punti fondamentali da ricercare in un professionista per ottenere un risultato di qualità.

1. Capacità di analizzare i bisogni

Spesso si arriva da un architetto con le idee confuse. Un professionista sa ascoltare, capire e riordinare le richieste per arrivare a un progetto che interpreta i bisogni e i gusti del cliente e, allo stesso tempo, è la soluzione migliore per ristrutturare correttamente. È quindi molto importante comunicare il più possibile, anche i dubbi e le idee, così da avere una risposta che porta al risultato desiderato.

Progetto

2. Chiarezza e comunicazione

La prima cosa da instaurare con un architetto è la fiducia reciproca. Parlando chiaro e indicando subito il proprio budget, un architetto può indicare qual è il suo miglior contributo possibile, senza aver sorprese successive. Una richiesta parziale può invece nascondere delle insidie: un consiglio per risolvere un dubbio può essere utile e economico, ma se il professionista non ha una visione d’insieme potrebbero mancargli delle informazioni importanti.

3. Coordinamento delle varie figure

L’architetto, oltre a presentare il progetto, deve dare indicazioni sui materiali e i prodotti e consigliare sulle maestranze, magari quelle con cui ha già collaborato e di cui conosce i metodi di lavoro. Il tutto per arrivare un un obiettivo comune, curando particolari e coordinando gli esperti per ogni settore.

Il committente allo stesso tempo deve essere consultato per un confronto sull’avanzamento dei lavori e sulle possibili problematiche che possono insorgere, così da dare l’assenso finale a tutte le decisioni che devono essere prese.

Cantiere

4. Dettaglio dei costi

Una volta indicato il budget, il progetto di un architetto sarà dettagliato anche sui costi così da non avere sorprese. Una linea guida che indica tempi e costi dell’impresa edile e i prodotti scelti per i lavori permette di ridurre notevolmente i rischi e non perdere tempo.

5. Direzione dei lavori

Una volta completato il progetto è importante che l’architetto faccia anche da direttore lavori. Conoscendo perfettamente tutti gli aspetti e i ruoli del cantiere saprà controllare la qualità del lavoro e il rispetto delle tempistiche e gestirà al meglio gli imprevisti.

foto autore
Stefania Girelli

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX