Una casa tra il moderno e il tradizionale in Slovacchia

Un progetto che si ispira all'architettura tradizionale, con materiali semplici e naturali, e che sfrutta la doppia altezza di questa piccola casa con una struttura in legno che divide gli ambienti e crea maggiore superficie.

La richiesta di partenza è semplice: vivere in una piccola casa su un piccolo appezzamento ad un prezzo ragionevole. Il budget è fissato a € 75.000. L’idea è quella di ispirarsi all’architettura rurale slovacca, anche nell’arredamento.

Gli architetti di JRKVC sono partiti da questo per creare questa piccola casa di 85 mq in un quartiere alla periferia di Bratislava.

Più grande non è sempre meglio, soprattutto se la necessità è quella di ridurre l’impronta ecologica e lo spreco di energia. Nell’archiettura tradizionale slovacca gli edifici sono semplici e si integrano con la natura. Sono costruiti con materiali locali, facilmente disponibili, e che non devono essere trasportati, come il legno, l’argilla e la paglia, per citarne alcuni. Le finestre sono piccole. Un portico che è il prolungamento del tetto, denominato “gánok”, fa parte della casa, garantendo il contatto con l’ambiente esterno, anche in inverno o durante il maltempo.

ist_jrkvc_DSC_7103_

Il progetto è una fusione di architettura antica e contemporanea. La casa ha un ingombro ridotto, piccole finestre pittoresche e un portico.

ist_rodinny_dom_jrkvc_025

Il piano terra è organizzata in maniera tradizionale, con tre stanze. Al centro è stata creata una “scatola di servizio” fatta di compensato, dove ci sono il bagno, le scale, e uno sgabuzzino.

ist_jrkvc_DSC_7208_

La cucina è integrata in una delle pareti di questa scatola.

ist_rodinny_dom_jrkvc_007

Il resto dello spazio che rimane attorno e sopra a questa scatola è diviso tra la camera da letto principale al piano terra, la zona studio e la camera in mansarda.

ist_jrkvc_DSC_7183_

La superficie modesta del soggiorno è compensata da una vetrata che crea continuità tra interno e esterno e dalla doppia altezza che rende tutto molto arioso.

ist_jrkvc_DSC_7142_

La camera da letto nella parte mansardata ha un bagno privato, con vasca e lavandino illuminati da una finestra per tetti.

ist_jrkvc_DSC_7151_

La zona studio si affaccia sul soggiorno. La finestra per tetti è sopra alle scrivanie, così da far entrare tuta la luce possibile.

PKN-Bratislava-2014-6

L’immagine del progetto mostra bene come la struttura di legno serve sia a dividere gli ambienti al piano terra e a creare spazi aggiuntivi, come il guardaroba e lo sgabuzzino, sia ad aggiungere superficie al piano superiore, con la scrivania che è un prolungamento della cucina e le scale di accesso per la parte mansardata vera e propria, dove si trova la camera da letto.

foto autore
Stefania Girelli

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX