Una mansarda ripensata

Nella ristrutturazione di questo sottotetto sono stati rivisti gli spazi: il bagno, la stanza per gli ospiti e lo spazio multiuso, da utilizzare come studio e zona giochi per i bambini, hanno una disposizione più funzionale e armoniosa.

 

Quando Marina e Fabio acquistarono questa casa da ristrutturare, si occuparono subito del rifacimento del piano terra, per poi spostare l’attenzione al sottotetto al primo piano.

Il sottotetto era già abitabile, ma la divisione degli ambienti non era stata pensata in maniera ottimale. C’erano due camere da letto, ma per accedere alla seconda era necessario passare attraverso la prima.

Per questo la coppia ha deciso di rivedere gli spazi e definire una disposizione più funzionale: hanno chiesto all’architetto di ricavare un bagno, una stanza per gli ospiti e uno spazio multiuso da utilizzare come studio e zone giochi per i bambini.

La creazione di ambienti luminosi e funzionali

I due presupposti erano quelli di creare ambienti luminosi e ridurre al minimo le pareti, per avere una sensazione di continuità e armonia degli spazi.

L’architetto ha colto l’occasione per migliorare anche l’illuminazione del piano inferiore inserendo delle finestre per tetti nella zona a doppia altezza; inoltre una scala molto minimale, con balaustre di vetro, consente il passaggio della luce su entrambi i livelli.

Un bagno pieno di luce

Per il bagno sono state utilizzate delle porte scorrevoli di vetro satinato, in modo da garantire la privacy ma, allo stesso tempo, lasciar filtrare la luce e farla riflettere sulle piastrelle iridescenti a mosaico.

Il pavimento è in materiale sintetico, per una maggiore resistenza, e il motivo a righe crea un effetto di ampliamento della stanza.

Tre zone distinte ma integrate

La zona studio gode di una bellissima vista attraverso la finestra per tetti e di una piacevole illuminazione naturale: per una migliore integrazione nel tetto è stata scelta una finestra in legno con finitura interna bianca.

Nello spazio dedicato ai bambini è stata creata una piattaforma rialzata che accoglie la zona giochi e sotto la quale è stato inserito un letto a scomparsa, da utilizzare per gli ospiti. L’area giochi è stata rialzata e ben delimitata proprio con l’idea di creare uno spazio con una propria identità invece che un semplice angolo all’interno dello studio.

La zona dedicata alla camera da letto è luminosa e accogliente con comodi mobili contenitori, costruiti su misura, nei punti più bassi del tetto.

Il costo

Il progetto è stato portato avanti senza fretta e i lavori si sono protratti per circa 5 mesi. Il nuovo spazio ottenuto misura poco più di 50 metri quadrati ed è costato circa 60.000 euro, ma la casa ora è più funzionale, ha un look più fresco e moderno e ha acquistato nuovo valore.

Tags:

Le guide di Mansarda

Scopri tutti i vantaggi del vivere in mansarda