Come iniziare il recupero di un sottotetto

Prima di iniziare i lavori di recupero ad uso abitativo di un sottotetto è bene conoscere l'iter da percorrere e procurarsi i documenti necessari da presentare in Comune.

Prima di iniziare i lavori di recupero di un sottotetto è necessario essere in possesso di determinati documenti e compiere alcune verifiche.

Visura catastale e progetto

Avere una visura catastale dello stato attuale del sottotetto, con indicazione delle altezze, da presentare al Comune, insieme al progetto dello stato futuro del sottotetto, con indicazione della destinazione d’uso dei singoli locali.

Verifica fattibilità e rilievi strutturali

Prima di presentare qualsiasi progetto, è necessario verificare l’effettiva fattibilità dell’intervento. Ricordiamo che il sottotetto per essere abitabile deve avere delle particolari caratteristiche (altezze minime, rapporto aero-illuminante, ecc.) che variano a livello regionale e a volte anche a livello comunale.
E’ consigliabile avvalersi sempre di un professionista che, oltre che della parte burocratica, si occuperà della progettazione della nuova abitazione, considerando anche interventi importanti, come modifiche del tetto e della struttura o realizzazione di nuovi impianti.

Preventivi e definizione delle tempistiche

Quali committenti, dovrete scegliere il professionista (architetto, ingegnere o geometra abilitato) e l’impresa esecutrice.
Consigliamo di raccogliere almeno tre preventivi con capitolati chiari e dettagliati.
Considerate anche ai servizi offerti, le penali e le garanzie prima della decisione finale.
Definite inoltre con il costruttore la data di inizio e fine lavori da inserire nei permessi.
Queste date sono importanti perché, se non rispettate possono far aumentare i costi e far sì che CILA o permesso di costruire scadano e debbano essere rinnovati.

Invio della CIL-CILA o richiesta permesso di costruire

Per recuperare o ristrutturare un sottotetto è necessario inoltrare al Comune una richiesta di permesso di costruire. La CIL-CILA (Comunicazione Inizio Lavori e Comunicazione Inizio Lavori Asseverata) è una pratica amministrativa in vigore da maggio 2010, deriva dalla legge n.47 del 1985 (art.26 “opere interne”) e va presentata allo sportello dell’edilizia da chiunque intenda compiere opere interne a fabbricati con manutenzione ordinaria e straordinaria (definiti nel DPR 380/01).

La manutenzione ordinaria non necessità di alcun titolo abilitativo nè comunicazione, alcuni comuni consigliano di inviare una lettera in carta semplice con cui si dichiara la tipologia e l’inizio dei lavori, utile anche per accedere agli incentivi per ristrutturazione edilizia.

Per la manutenzione straordinaria è necessaria la firma di un tecnico abilitato (ingegnere, architetto o geometra iscritto al relativo albo professionale) che asseveri le opere da compiersi. Il professionista, che fungerà da direttore lavori, vi consiglierà sul da farsi.

Riaccatastamento

Procedere infine al riaccatastamento della mansarda e alla modifica delle tabelle millesimali (nel caso di un condominio) con l’aiuto del professionista abilitato. Entro 30 giorni dalla fine dei lavori è necessario comunicare al catasto l’avvenuta variazione della disposizione planimetrica dell’immobile (variazione catastale).

Detrazioni fiscali

Per i lavori di recupero di un sottotetto è possibile usufruire fino al 31 dicembre 2015 delle detrazioni fiscali del 50% o del 65%. In questo articolo vengono illustrate le differenze tra le due agevolazioni per poter scegliere quella che meglio risponde alle proprie esigenze.

foto autore
Silvia Torneri

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

I commenti degli utenti

luca633
Salve, devo comprendere, prima di comprare l'immobile, la fattibilità di trasformare la soffitta in mansarda. L'immobile si trova a Campi Bisenzio, in provincia di Firenze, chi mi può aiutare? Grazie? LV Rispondi
davide2006it
salve,io ho un sottotetto da recuperare,ho gia accertato che e legalmente possibile farlo. volevo sapere se si puo realizzare la coibendazione del tetto senza doverlo smantellare e realizzare ex novo,grazie Rispondi
renatoatticciati
stiamo acqustando un appartamento in un condominio all'ultimo piano di 5 vorrei sapere cosa devochiedere ai condomini. La parte sottotetto non è di proprietà ma di eprtinenza dell'appartamento. Possono opporsi, basta la maggioranza ,1/3 dei partecipanti o solo uno può opporsi ed inficiare il progetto? Grazie Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX