foto autore
Elena Liziero

Nuovo Piano Casa Liguria

La Giunta Regionale della Liguria ha recentemente approvato il nuovo Piano Casa, potenziato per rilanciare l’edilizia. Tra le novità, il disegno di legge fa aumentare dal 35% al 50% il volume per le costruzioni in aree esondabili che vengono ricostruite in zone sicure.

La Giunta Regionale della Liguria ha recentemente approvato il nuovo Piano Casa, potenziato per rilanciare l’edilizia ligure. Sono ammessi aumenti volumetrici anche su edifici integralmente condonati e vengono consentiti ampliamenti fino al 50% se si ricostruisce in zone sicure.

Il “vecchio Piano Casa Liguria” sarebbe scaduto il prossimo 31 dicembre 2015, ma il provvedimento da poco approvato dalla Giunta regionale diventa strutturale e meno restrittivo rispetto al precedente.

Tra le novità, il disegno di legge fa aumentare dal 35% al 50% il volume per le costruzioni che si trovano in aree esondabili o in prossimità di frane e vengono ricostruite in aree sicure. Ricordiamo che la Liguria è una regione con molte zone a rischio idrogeologico che hanno subito alluvioni e frane dalle conseguenze anche gravi.

L’ampliamento massimo degli edifici esistenti è stato aumentato da 170 metri cubi a 200 metri cubi, in proporzione all’edificio esistente. La possibilità di ampliamento o cambio d’uso è estesa anche alle pertinenze degli edifici esistenti che non superino i 200 metri cubi.

piano casaL’ampliamento degli edifici esistenti da riqualificare è ammesso in tutti i Parchi liguri, oltre a quelli nei quali era già consentito dalla legge vigente.
Il Piano Casa sarà applicabile anche agli edifici condonati in quanto “divenuti regolari a tutti gli effetti”, mentre il vecchio Piano Casa ligure non permetteva tali ampliamenti su immobili integralmente condonati.

La demolizione di edifici esistenti da riqualificare e la loro ricostruzione è stata resa più agevole ed estesa al territorio comunale eliminando i vincoli di localizzazione e le condizioni per la ricostruzione presenti nella vigente legge regionale.

Infine, secondo quanto previsto dal nuovo Piano Casa, i Comuni dovranno inserire nei loro piani urbanistici norme per la riqualificazione del patrimonio edilizio in conformità ai principi e alle misure di premialità previste nella vigente legge regionale.

Sono stati inseriti tutti i parchi nel nuovo Piano Casa, ma saranno le stesse autorità del parco a dire se l’intervento di riqualificazione di un immobile di può fare o no. La Regione Liguria specifica che “la possibilità di applicare il Piano Casa anche per gli interventi di ampliamento di edifici esistenti ricadenti nei Parchi di Portofino, Montemarcello – Magra, Portovenere e Cinque Terre, non deroga alla normativa degli stessi Parchi e che le possibilità di ampliamento sono ammissibili solo se il Piano del Parco, o le norme di controllo operanti nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, lo consentono, nei limiti volumetrici stabiliti da parco e previo assenso dell’Ente Parco stesso”.

 

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide di Mansarda

Scopri tutti i vantaggi del vivere in mansarda