foto autore
Elena Liziero

Nuovo Piano Casa Sardegna con case a 1 euro

Il nuovo Piano Casa Sardegna è stato approvato, e oltre ai bonus volumetrici prevede la vendita di case al prezzo simbolico di un solo euro, con l'impegno di riqualificarle. L'obiettivo è di limitare il consumo del suolo, migliorando la qualità del patrimonio edilizio esistente.

Casa al mareIl nuovo Piano Casa Sardegna è stato approvato, prevede bonus volumetrici e la vendita di case al prezzo simbolico di un solo euro, con l’impegno di riqualificarle.

Il nuovo Piano Casa Sardegna vuole semplificare e riordinare le varie leggi regionali in materia di urbanistica ed edilizia, con l’obiettivo di migliorare la qualità del patrimonio edilizio, salvaguardare l’ambiente, prevenire il rischio idrogeologico e puntare alla crescita economica del territorio.

Questo nuovo Piano Casa prevede agevolazioni, attraverso aumenti di volumetria, per il miglioramento delle qualità architettonica ed energetica del patrimonio edilizio esistente.
La legge prevede aumenti volumetrici del 20% degli edifici esistenti in presenza di Piano Particolareggiato e del 30% nei Comuni che hanno adeguato il Piano Urbanistico Comunale al Piano Paesaggistico Regionale; infine un altro 5% è previsto per lavori di miglioramento dell’efficienza energetica e per l’utilizzo di materiali locali per le costruzioni, sostenendo la green economy.

Secondo un’indagine della CNA Sardegna il 41% delle abitazioni ha più di 40 anni, un terzo è in stato di abbandono e negli ultimi 10 anni metà delle abitazioni sarde ha avuto necessità di interventi di ristrutturazione.

E’ stato approvato anche l’emendamento, proposto dal gruppo Sardegna Vera, che prevede nei centri storici la cessione di vecchie case non usate dai proprietari ai Comuni al prezzo simbolico di un euro; il Comune poi le cederà sempre per un euro ai privati che si assumeranno però l’impegno di ristrutturarle.

Al fine di ottimizzare l’uso del patrimonio esistente senza ulteriore consumo del suolo, il Piano Casa Sardegna consente di soppalcare – ove l’altezza interna lo consenta – ed è incentivato anche il riuso dei sottotetti esistenti a fini abitativi. cameraQueste norme però non sono applicabili nei centri storici, la cosiddetta zona A, dove l’incremento volumetrico viene consentito solo per garantire la massima fruibilità degli spazi destinati ad abitazione principale dei disabili, ma sarà previsto per le zone B, ovvero di completamento, e C le zone di espansione.

Un premio volumetrico del 40% viene previsto per chi decide di demolire e ricostruire altrove edifici ma solo se si trovano in queste zone:

  • di particolare valore paesaggistico
  • necessarie per garantire spazi pubblici da destinare a spazi verdi
  • parcheggi e centri di aggregazione sociale
  • ad elevata pericolosità idrogeologica
  • aree di rispetto inedificabili.

Si potrà usufruire delle norme regionali sarde sugli ampliamenti volumetrici fino al 31 dicembre 2016.

Secondo lo studio effettuato da Cna sarda e Cresme il nuovo Piano Casa Sardegna porterà a un rilancio dell’economia regionale, in particolare al comparto edile, generando nuove opportunità per le imprese per un reinserimento nel mercato.

Si è mostrata particolare attenzione anche nei confronti dell’ambiente, limitando l’espansione urbana e il consumo del suolo, privilegiando la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente di questa regione a vocazione turistica.

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I commenti degli utenti

maria antonietta marras
sarei interessata all'acquisto di una casa ad un euro, vorrei sapere se ci sono comuni in sardegna che hanno già aderito e quali, e come bisogna fare per mettersi in contatto con tali comuni. Grazie Rispondi
Elena Liziero
Gentie Maria Antonietta, le conviene contattare direttamente gli uffici della Regione Sardegna che sono sicuramente i più aggiornati sull'applicazione del nuovo Piano Casa e delle eventuale presenza di case a 1 euro messe a disposizione da alcuni Comuni. Cordiali saluti, Elena Liziero Redazione di mansarda.it Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide di Mansarda

Scopri tutti i vantaggi del vivere in mansarda