Regione Sicilia: legge per il recupero dei centri storici

La Regione Sicilia ha approvato la nuova legge regionale sul recupero dei centri storici che semplifica e velocizza le procedure per il recupero del patrimonio edilizio e urbano.

regione Sicilia recupero La Regione Sicilia ha approvato la nuova legge regionale sul recupero dei centri storici “Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici”.

L’obiettivo di questa nuova legge è valorizzare e rivitalizzare i centri storici della Sicilia a livello sia economico che sociale attraverso norme in grado di semplificare le procedure per gli interventi di recupero, manutenzione e ristrutturazione. Per molte tipologie di lavori di restauro nei centri storici della Sicilia, infatti, basterà solo una ‘comunicazione di inizio attività’ accompagnata da una relazione o da un progetto.

All’interno di questa nuova normativa vengono definite varie tipologie edilizie presenti nei centri storici della Regione Sicilia:

    • edilizia di base non qualificata
    • edilizia di base parzialmente qualificata
    • edilizia di base qualificata
    • edilizia di base qualificata speciale (palazzetti)
    • edilizia monumentale residenziale (palazzi dell’edilizia storica)
    • edilizia monumentale specialistica (non residenziale: immobili religiosi, civili, militari, produttivi ed altri)
    • edilizia residenziale moderna non qualificata
    • edilizia specialistica moderna non qualificata.

La legge, inoltre, definisce lo studio di dettaglio, necessario a classificare gli immobili nelle diverse tipologie edilizie. Vengono specificati anche i casi in cui, per gli interventi di recupero, è richiesto il parere della Sovrintendenza dei Beni Culturali o del Genio Civile.

legge recupero centri storiciInfine, in base alla tipologia edilizia, sono indicate le procedure semplificate per i diversi tipi di intervento: manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, ristrutturazione, accorpamento.

Si tratta di procedure semplificate e con tempi veloci a partire dalla comunicazione di inizio attività alla concessione edilizia. Ai Comuni spetta di delimitare le aree di tutela e valorizzazione, ricomprendenti uno o più isolati, all’interno dei centri storici, che possono coinvolgere anche zone limitrofe con analogo livello di degrado, purché non prevalenti come superficie.

La legge vuole dare un impulso al recupero del patrimonio edilizio e urbano della Sicilia, vuore offrire una migliore fruizione turistica e dei centri urbani siciliani e al tempo stesso dare sostegno al settore edile.

foto autore
Elena Liziero

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX