La casa energetica

Un'abitazione a consumo energetico ottimizzato, dove comfort e qualità abitativa si sommano a consumi energetici quasi nulli.

Una vera casa autosufficiente e a zero emissioni, quindi non inquinante.
Inserita nel progetto di ricerca Demohouse finanziato nell’ambito del Sesto Programma Quadro dell’Unione europea, Soltag è una casa-prototipo, messa a punto e prodotta a scopo dimostrativo ed espositivo, un progetto che nasce dalla collaborazione tra pianificatori urbani, architetti ed esperti in materia di luce ed energia.

La costruzione interagisce con l’ambiente esterno grazie a una strategica collocazione di finestre, pannelli solari, celle fotovoltaiche e condotte dell’aria. Il sole, la luce naturale e l’aria entrano nell’abitazione e vengono trasformate in elettricità , calore, illuminazione naturale e ventilazione. Tramite l’energia solare, la casa produce in autonomia l’acqua calda domestica e l’acqua calda per il riscaldamento a pavimento.

Soltag inoltre genera elettricità per l’aria calda e le pompe di ventilazione. Grazie a un’accurata scelta dei materiali la casa fornisce un clima interno confortevole, un’ottimale luce naturale e un’illuminazione funzionale senza alcun consumo di corrente. Un insieme di caratteristiche per una qualità della vita davvero migliore.

Soltag prevede due moduli base prefabbricati che si integrano: uno comprende gli impianti principali, la cucina, il bagno, l’entrata e la camera da letto; l’altro consiste in un living e un salotto disposti su un’area aperta, stile loft.

Edifici meno inquinanti

L’iniziativa ambientale adottata dalla Commissione dell’Unione Europea è stata l’introduzione di direttive volte a limitare le emissioni di CO2 prodotte dagli edifici e a garantire la fornitura di energia per i cittadini. In diversi paesi europei la direttiva ha contribuito a realizzare risparmi energetici del 25-30%.

Sono previsti ulteriori risparmi energetici entro il 2015, il che pone naturalmente una serie di interessanti sfide per produttori e consulenti del settore edile.

Soltag fornisce una risposta concreta. L’indipendenza energetica è ottenuta imbrigliando l’energia solare passiva che si accumula attraverso le finestre e i pannelli solari, di 2 m2, che producono acqua calda per uso domestico e per il riscaldamento a pavimento.

101423-02-XXL

Le celle fotovoltaiche da 3,5 m2 posizionate sul tetto, sono formate da una sottile pellicola amorfa incollata su lastre di zinco e presentano un’estetica del tutto simile al manto di copertura.

Queste celle producono una quantità di elettricità sufficiente ad attivare le pompe del sistema solare termico, il sistema di riscaldamento posizionato sotto il pavimento, i ventilatori per le pompe di calore, il sistema di recupero del calore e ogni altro fabbisogno elettrico.

Consumi contenuti

L’elettricità nella casa è controllata da un contatore che preleva energia dalla rete pubblica solo quando la luce solare non è in grado di fornire una quantità di energia sufficiente.

Quando le celle fotovoltaiche producono un surplus di corrente, l’energia in eccesso viene trasferita alla rete e scalata dai consumi complessivi dell’edificio.
Con l’aggiunta di 14 m2 di celle fotovoltaiche si può generare elettricità sufficiente a coprire l’intero consumo energetico invernale delle pompe e dei ventilatori.

Grazie a questa soluzione il bilancio energetico annuale si riduce a zero.

Il consumo elettrico quotidiano degli elettrodomestici e dell’illuminazione viene invece gestito dalla rete elettrica esterna.

Calore riciclato

Finestre basso-emissive opportunamente distribuite (350 mm di isolamento nelle pareti e 400 mm nel tetto) e una costruzione priva di ponti termici trattengono il calore all’interno della casa che un’unità di ventilazione scambia con l’aria fresca presa dall’esterno.

Il 90% del calore è riciclato. Particolare rilievo è stato dato al ruolo della luce naturale. L’area a vetri complessiva della casa rappresenta il 28% della superficie totale, al di sopra delle percentuali standard.

Le finestre per tetto VELUX sono perfettamente integrate nella struttura, azionabili anche da remoto e complete di protezioni parasole.

Tutta la casa è predisposta per un futuro sistema domotico di controllo. Nato come progetto e diventato prototipo, Soltag è stato realizzato in ogni sua parte utilizzando prodotti e tecnologie standard già disponibili sul mercato, grazie alla sponsorizzazione di una serie di aziende aderenti a Ressource gruppe Denmark, tra cui VELUX.

La proprietà intellettuale del progetto architettonico appartiene allo studio Nielsen & Rubow Architects MAA.

foto autore
Silvia Torneri

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

I commenti degli utenti

nigroluana
m piacerebbe conoscere i costi di questi impianti Rispondi
giovanni_paterno
Massimo interesse per il sistema di trappola termica a svuotamento!La fornitura di sensori, centralina, pompa, collettori & raccorderia, sarebbe quanto di più appetibile ad un installatore "evoluto". Mi aspetto una guida in questa ricerca! Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX