Un luminoso open space nel sottotetto

Un'accurata ristrutturazione ha permesso di trasformare un edificio degli anni '70 in una moderna abitazione con un'ampia zona studio e relax nel sottotetto.

La casa sorge nell’entroterra abruzzese, a pochi chilometri dal mare, lungo la costa che in questo punto prende il nome di “Costa dei Trabocchi”, in omaggio alle originali costruzioni in legno, capaci di sopportare la furia delle onde e simili a giganteschi ragni sospesi sul mare, tradizionalmente utilizzate per la pesca.

Sullo sfondo il profilo dell’Appennino Centrale, da cui si staglia maestosa la Maiella, tutt’intorno vigneti e ulivi.

A godere della pace e della natura del luogo un giovane avvocato, che vive nella casa in compagnia del suo setter inglese di nome Poldo.

L’edificio è il risultato di una sapiente ristrutturazione, effettuata nel 2004, di una costruzione degli anni ’70. Partendo dalle caratteristiche costruttive essenziali e semplici della struttura originale, sono state apportate delle modifiche alla disposizione dei locali interni e alla struttura dell’edificio.

L’accurato progetto ideato e realizzato dall’arch. Walter Saraceni ha permesso di arrivare alla divisione e alla forma attuale, personale e raffinata.

Vetrate e finestre per tetti per far entrare la luce

Numerose vetrate disposte sui quattro lati, per cogliere tutte le inclinazioni della luce, ampie finestre per tetti che illuminano dall’alto sfiorando le superfici, una grande vetrata ad arco ricavata dalla volta del tetto che crea un originale affaccio sul giardino e un’atmosfera ariosa sul soppalco.

E’ la luce, con tutte le sue sfumature e i suoi riflessi a creare l’atmosfera, a rendere espressivi gli ambienti e gli arredi e a raccontare i diversi momenti del giorno in questa originale abitazione disposta su due piani.

Living e zona notte al piano terra

Un ampio e luminoso spazio a piano terra ospita in un unico ambiente il salone e la sala da pranzo, mentre alla cucina, adiacente alla zona pranzo, si accede tramite una porta a scomparsa.

A piano terra si trova anche la zona notte, ben separata dal resto della casa, per garantire una maggiore riservatezza.

Le ampie porte finestra che danno sul giardino garantiscono l’illuminazione del piano inferiore, insieme alla finestra per tetti posizionata sulla copertura che rischiara il salone a doppia altezza.

Relax nel sottotetto

Dal salone si sale nel sottotetto, uno spazioso soppalco affacciato sulla zona giorno, attraverso una scala a chiocciola in acciaio che sale verso l’alto in una serie di gradini senza alzata sorretti da un perno centrale e accompagnati da un sottile passamano.

Lo stile minimale della scala si ripete nella ringhiera del soppalco, sempre in acciaio, in un tutt’uno che conferisce leggerezza e armonia all’ambiente.

Il soppalco è occupato da un ampio open space, dedicato ai momenti di relax e di studio, che riprende e conferma lo stile essenziale e accurato della casa.

La luce al piano superiore entra in quantità attraverso due grandi finestre per tetti e un ampio e caratteristico abbaino a mezzaluna, ricavato grazie alla particolare forma a botte conferita in fase di restauro a una parte della copertura.

La volta del tetto somiglia in questo punto alla prua di una nave e incornicia una splendida vista verso l’esterno.

Accostamenti di stili

Gli ambienti sono caratterizzati dalla scelta di elementi di diverse epoche e stili accostati con gusto: sedie e accessori che richiamano gli anni ’70, tavoli e poltrone di antiquariato, lampade e mobili contenitori dal design moderno.

La zona giorno è caratterizzata da un parquet lucido in legno di rovere, mentre per il soppalco è stato scelto un moderno pavimento spatolato in resina.

In tutta la casa i mobili e i complementi sono misurati e posizionati con cura, senza eccessi. L’effetto è uno stile sobrio e pulito, che lascia però intravedere una nota di ricercatezza.

Gli ambienti ne risultano positivamente svuotati, vivibili e luminosi, gli spazi armoniosi e versatili, pronti ad accogliere situazioni, momenti di vita e gesti quotidiani.

foto autore
Silvia Torneri

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

I commenti degli utenti

marco_spiga
complimeni davvero bella.. Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

Un luminoso open space nel sottotetto

Un'accurata ristrutturazione ha permesso di trasformare un edificio degli anni '70 in una moderna abitazione con un'ampia zona studio e relax nel sottotetto.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX