Tre appartamenti sovrapposti diventano un loft

Un loft a Montecarlo, fusione di tre appartamenti, diventa un'oasi per una famiglia allargata, dove passare insieme il tempo, ma con spazi per le esigenze dei singoli.

Questa residenza, progettato dallo studio di architettura Federico Delrosso Architects, si trova a Montecarlo ed è stata strutturata in modo tale da realizzare ambienti comodi e rilassanti per la vita familiare.

living

Il progetto parte dalla precisa richiesta del committente di un casa che potesse ospitare genitori e figli, nati anche da precedenti esperienze. Secondo i progettisti la casa dev’essere una sorta di esoscheletro al cui interno relazioni umane, prima che familiari, si sviluppano e trovano un loro equilibrio.

soggiorno

Nell’edificio è possibile leggere la fusione e la radicale ristrutturazione di tre appartamenti preesistenti, all’interno di un palazzo primi del ‘900 nel centro storico di Montecarlo.

ingresso

Per prima cosa è stato creato un vano scala nuovo, del tutto indipendente dalla scala condominiale e ad uso esclusivo della famiglia, per collegare i tre livelli, anche se esteticamente indipendenti.

scala

L’appartamento, nato con una specifica vocazione familiare, è differenziato in base ai livelli e in chiave generazionale: il primo piano, più “affollato” è dedicato ai ragazzi, il secondo, più intimo e raccolto, ai genitori.

camera

Il terzo piano è stato pensato come luogo delle attività comuni e di accoglienza, quindi lì si trovano living e cucina, per finire poi con un soppalco dove lo spazio informale e raccolto diventa un luogo dedicato alla felice anarchia delle relazioni e delle attività, a metà tra lo studio e lo svago.

open space

La suddivisione degli spazi scelta dai progettisti è particolare: una sorta di sviluppo verticale inverso con la zona ingresso e living posta in alto, al terzo piano, che grazie alla numerose finestre da tetto, risulta essere la zona più luminosa della casa.

soppalco

Scendendo si trovando le zone più private (notte/studio): al secondo piano le stanze per i genitori e per i figli più giovani e al primo, con accesso diretto dal vano scala condominiale, il piano dedicato ai ragazzi più indipendenti.

camera studio

I progettisti, per rimarcare la relazione emotivamente molto forte tra legami familiari e indipendenza dei soggetti, hanno scelto come denominatore comune di tutta la casa il legno zebrano, utilizzato per arredi, porte e divisori.

ae3fa2d7-79bf-4891-bb1c-f58e21ea5add

Inoltre si percepisce una linea verticale immaginaria che attraversa ogni piano e si materializza solo nell’ultimo tratto quando, incrociando il tetto, diventa un sottile cavo d’acciaio fissato nella trave centrale. L’elemento è volutamente molto visibile per dare l’idea della forza e della leggerezza al tempo stesso.

soppalco

©Photo: Fausto Mazza

foto autore
Alessandra Marra

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX