Isolamento del sottotetto per aumentare il comfort in mansarda

Per aumentare il comfort in mansarda sia in estate che in inverno è importante isolare il sottotetto, meglio se utilizzando materiali naturali come il sughero, la lana di vetro e la fibra di cellulosa.

Per aumentare il comfort in mansarda sia in estate che in inverno è importante l’isolamento del sottotetto, meglio se composto da materiali naturali come il sughero, la lana di vetro e la fibra di cellulosa.

L’isolamento del sottotetto ha molti vantaggi:

  • consente di ridurre le dispersioni termiche e gli sprechi energetici
  • migliora il comfort dell’ultimo piano abitabile (nel caso in cui il solaio non sia abitato)
  • riqualifica una casa dal punto di vista energetico, aumentando il valore dell’immobile e/o consente di ricavare una stanza in più.

In commercio ci sono moltissimi materiali a disposizione per isolare un sottotetto: il legno, il sughero, la lana di vetro, la lana di roccia, il vetro cellulare, la fibroceramica, il poliuretano, il polistirolo, il polistirene e la fibra di cellulosa. Bisogna scegliere il materiale isolante migliore per le proprie esigenze (se non si è in grado autonomamente, ci si puà far consigliare da un esperto) valutando le caratteristiche termoisolanti e quelle di traspirabilità, in modo da prevedere e gestire al meglio eventuali ristagni di umidità con conseguente formazione di muffe. Vanno inoltre prese in considerazione altre caratteristiche quali l’ecocompatibilità e l’atossicità dei materiali.

Se un sottotetto è destinato ad uso abitativo è importante che l’intervento non riduca significativamente le altezze a disposizione (ogni Regione ha dei specifici limiti di altezze medie e minimime da rispettare). Se il sottotetto non è particolamente alto, bisogna quindi scegliere un materiale isolante in grado di garantire, a parità di coefficiente termico, il minor spessore possibile.

Relax sotto al tettoSe il sottotetto non è abitato, il calore, che tende a salire verso l’alto, se non trova una barriera nella soletta , si disperde attraverso il sottotetto non riscaldato. Questo comporta la diminuzione del rendimento dell’impianto termico di un’abitazione che deve “lavorare” di più per mantenere la temperatura ottimale all’interno delle stanze abitate. Grazie all’isolamento termico del pavimento del solaio è possibile ridurre i ponti termici che si verificano nell’ultimo piano abitato. I materiali più diffusi per questo tipo di intervento al pavimento sono:

  • il polistirene espanso estruso XPS
  • il polistirene espanso sinterizzato EPS
  • la fibra di cellulosa accoppiata a pannelli rigidi in legno.

Se il sottotetto non è calpestabile, poco accessibile o usato solo come deposito, la coibentazione del sottotetto viene fatta posando direttamente sul massetto rotoli di materiali come lana di roccia, lana di pecora, lana di vetro (che oltre all’isolamento termico offre anche quello acustico), cotone o altri materiali termoriflettenti multistrato.

Se si sta facendo dei lavori di ristrutturazione, in genere, l’intervento di inserimento dell’isolamento si realizza dall’interno, sotto la capriata del tetto. Se invece la mansarda è in fase di costruzione, invece, è possibile usare degli speciali pannelli isolanti da applicare direttamente sui listelli di supporto alla copertura inclinata.

La scelta dei materiali da utilizzare per isolare un sottotetto varia a seconda delle dimensioni interne dei locali, del loro utilizzo dopo l’intervento e del tipo di copertura.

L’isolamento ha un duplice vantaggio: in inverno ostacola la dispersione del calore dai locali mentre in estate crea una barriera al passaggio del calore dall’esterno verso l’interno dell’abitazione. Ulteriore vantaggio, almeno fino al 31 dicembre 2016 ma probabilmente sono in vista delle proroghe, facendo dei lavori per inserire l’isolamento di un sottotetto, si possono ottenere le detrazioni fiscali del 50% o del 65%.

foto autore
Elena Liziero

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

I commenti degli utenti

damian iacob
grazie !!! Rispondi
Manuela Conti
Ottime informazioni fornite dal sito Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX