Agevolazioni acquisto prima casa

Per l’acquisto della prima casa sono attivi molti incentivi che rendono questa importante spesa un po’ più abbordabile. Ecco una panoramica.

Anche quest’anno è possibile usufruire di molte agevolazioni per l’acquisto della prima casa. La Legge di Stabilità per il 2017 ha prorogato gli incentivi già proposti negli ultimi anni per venire incontro alle esigenze di chi decide di compiere l’acquisto più importante della propria vita, quello della propria abitazione di residenza. Scopriamo quali sono le misure più vantaggiose previste a favore di chi vuole comprare la prima casa.

Acquisto prima casa dal costruttore, i vantaggi

Le principali agevolazioni per l’acquisto della prima casa senza intermediari sono di natura fiscale:

  • per chi compie l’acquisto dell’immobile direttamente dall’impresa costruttrice è prevista una riduzione dell’IVA da applicare sull’importo da pagare. L’imposta, infatti, passa dal 21% al 4%. In questo caso, l’acquirente pagherà l’imposta ipotecaria e catastale nella misura fissa di 200 EUR.
  • Si può inoltre usufruire della detrazione del 50% dell’importo versato a titolo di IVA se l’immobile acquistato direttamente dall’impresa di costruzione rientra nella classe energetica A o B. Questa detrazione andrà a spalmarsi nell’arco di dieci anni successivi all’acquisto, in sede di dichiarazione Irpef.

L’imposta di registro

Un’altra importante agevolazione è rappresentata dalla riduzione dell’imposta di registro che, nel caso in cui si acquisti la propria prima casa da un privato, si abbassa dal 9% al 2%.

Anche negli acquisti che avvengono per successione o per donazione, inoltre, l’imposta catastale e quella ipotecaria vengono applicate nella misura fissa pari a 200 EUR.

Chi vende una casa per la quale ha usufruito delle agevolazioni e ne riacquista un’altra nell’arco di 12 mesi, sfruttando nuovamente le agevolazioni, ha diritto al credito d’imposta. Ciò significa che può sottrarre l’imposta già pagata da quella ancora da pagare.

C’è infine un’agevolazione che riguarda anche l’acquisto dell’immobile tramite un’agenzia immobiliare: la Legge di Stabilità 2017 prevede una detrazione Irpef pari al 19% sui costi di intermediazione, ovvero sulle provvigioni pagate all’agenzia. La detrazione, però, è valida nei limiti di 1.000 Euro.

I requisiti per usufruire dei bonus prima casa

Per usufruire dei bonus prima casa occorre avere determinati requisiti:

  • il richiedente non deve aver acquistato altre abitazioni nel territorio italiano usufruendo di tali agevolazioni
  • non può essere proprietario di un’altra abitazione nel medesimo Comune in cui si trova l’immobile per cui si richiede il bonus prima casa
  • deve aver fissato la propria residenza nel Comune dove è ubicato l’immobile o deve ottenere la residenza entro i diciotto mesi successivi all’acquisto. In alternativa, è necessario provare che la propria sede di lavoro si trovi nel Comune ove si trova l’immobile
  • non può essere titolare di diritto d’uso, di usufrutto o di abitazione relativamente ad un diverso immobile nel medesimo Comune dove si trova la casa da acquistare.


Il possesso di un’altra abitazione

Anche i soggetti che siano già in possesso di una casa potranno usufruire delle agevolazioni previste, ma soltanto a condizione che, entro diciotto mesi dall’acquisto, si proceda alla vendita del vecchio immobile.

Tutti gli incentivi della prima casa riguardano l’acquisto di abitazioni che non possano giuridicamente essere considerate case di lusso, ovvero non devono appartenere alle categorie catastali A1, A8 o A9.

Bonus prima casa: quando decadono

Se l’immobile acquistato usufruendo delle agevolazioni per la prima casa viene venduto entro i cinque anni dall’acquisto, il bonus decade, a meno che non si proceda all’ulteriore acquisto di una prima abitazione.

Ricordiamo che è necessario rispettare tutti i requisiti sopra illustrati, poiché le sanzioni, in caso di dichiarazioni false, sono salate. Se, a seguito di accertamento da parte degli Enti competenti, vengono riscontrate incongruenze tra la situazione reale e quella dichiarata in sede di richiesta degli incentivi, non solo si considerano decadute tutte le agevolazioni di cui si è goduto, ma il richiedente dovrà pagare una maggiorazione pari al 30% sulle relative imposte.

foto autore
Elena Liziero

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

prima casa
Realizzazione

Agevolazioni acquisto prima casa

Per l’acquisto della prima casa sono attivi molti incentivi che rendono questa importante spesa un po’ più abbordabile. Ecco una panoramica.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX