Il rapporto aeroilluminante Regione per Regione

Un sottotetto abitabile deve avere la giusta quantità di luce naturale. Quanta? Vediamo cosa prevede la normativa a livello regionale.

Una mansarda che riceve molta luce naturale dall’esterno è più accogliente e vivibile, oltre a permettere di risparmiare sulla bolletta energetica. La quantità minima di luce naturale necessaria è definita a livello nazione e, più nel dettaglio, dalle singole Regioni. Vediamo quali sono i parametri regionali da rispettare per una mansarda accogliente e a norma di legge.

Innanzitutto c’è una normativa nazionale: il DM 05/07/1975 stabilisce che “tutti i locali degli alloggi (tranne vani scala, ripostigli, ecc.), devono fruire di illuminazione naturale diretta adeguata alla destinazione d’uso. L’ampiezza delle finestre deve essere proporzionata in modo da assicurare un valore del Fattore medio di Luce Diurna non inferiore al 2% e comunque la superficie apribile non dovrà essere inferiore a 1/8 della superficie del pavimento”.

In sostanza, nella normativa vigente si fa riferimento:

  • al Rapporto Aero-Illuminante R.A.I 1/8: dimensionamento dei serramenti basato su un rapporto tra superfici calpestabili e superfici apribili
  • al Fattore medio di Luce Diurna (FmLD): definito come “il rapporto, espresso in percentuale, tra l’illuminamento medio dell’ambiente e l’illuminamento che si ha nello stesso istante su una superficie orizzontale esterna esposta alla volta celeste con cielo coperto”.

Ogni Regione ha poi emanato delle normative locali per incoraggiare il recupero dei sottotetti, e in molti vi sono valori differenti del Rapporto Aero-illuminante per le mansarde e sottotetti rispetto alla normativa nazionale. Ad esempio, in Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Toscana, Umbria e Veneto, il valore minimo del R.A.I. è 1/16.

finestre per tetti in camera

Esempio di calcolo Rapporto Aero-Illuminante

Se ho una soffitta in Abruzzo di 6 metri per 4, e ho due finestre da un metro per 1,70 il calcolo per ottenere il R.A.I. è:

  • metri quadri finestre: 2 x 1,70 = 3,4mq
  • metri quadri casa: 6 x 4 = 24 mq
  • Rapporto aero-illuminante di questa piccola mansarda: 3,4 / 24 = 0,141

Il valore ottenuto 0,141 è maggiore di 0,125 (risultato del valore della norma 1/8) quindi è sufficiente.

Ecco, di seguito, l’elenco completo dei valori dei rapporti aero-illuminanti di ogni Regione italiana.

Rapporto aero-illuminante di ogni Regione

Ecco di seguito che cosa prevedono le specifiche Leggi Regionali (LR):

Abruzzo: (LR 10/2011) 1/8

Basilicata: (LR 42/2009) 1/10

Bolzano: (DPGP. 5/1998) 1/15

Calabria: (LR 19/2002) 1/15

Campania: (LR 15/2000) 1/8

Emilia Romagna: (LR 11/1998) 1/16

Friuli Venezia Giulia: (LR 19/2009) 1/10 se > di 400mt di altitudine 1/12

Lazio: (LR 13/2009) 1/16

Liguria: (LR 24/2001) 1/16

Lombardia: (LR 12/2005) 1/8

Marche: (LR 22/2009) 1/8

Molise: (LR 25/2008) 1/10

Piemonte: (LR 21/1998) 1/8

Puglia: (LR 33/2007) 1/8

Sicilia: (LR 4/2003) 1/8

Sardegna: (LR 4/2009) 1/8

Toscana: (LR 5/2010) 1/16

Umbria: (LR 1/2004) 1/16

Val d’Aosta: (LR 11/1998 ) 1/8 se centro storico 1/32

Veneto: (LR 12/1999) 1/16

Rapporto Aero-Illuminante e Fattore medio di Luce Diurna

Non sempre un Rapporto Aero-Illuminante di 1/8 corrisponde a un FmLD del 2%.

La luce degli ambienti, infatti, non dipende solo dalle dimensioni delle finestre, ma anche dall’orientamento della stanza, dalla presenza di alberi o altre costruzioni, dalle tende o altre schermature interne ed esterne, dalla posizione delle finestre e così via. Benché il 2% sia il minimo richiesto dalla legge, quindi, si ottengono condizioni ottimali di illuminazione superando il 4% (come emerso da una ricerca condotta dal prof. Federico Butera del Politecnico di Milano).

Le finestre per tetti sono la soluzione perfetta per portare più luce in uno spazio sotto al tetto e rispettare i parametri di luminosità previsti a livello regionale.

VELUX mette a disposizione gratuitamente un sofware di calcolo in grado di simulare la distribuzione della luce naturale nella tua futura mansarda.

Come abbiamo visto per rendere la tua casa luminosa e soprattutto confortevole ci sono più parametri da rispettare: per questo ti consigliamo di chiedere una consulenza gratuita a un esperto VELUX che ti guiderà nella scelta delle finestre per tetti più adatte alla tua mansarda.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

8 camere da letto con vista sul cielo

8 progetti in cui il sottotetto è stato trasformato in una camera da letto luminosa e confortevole

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX