Permesso di costruire: arriva la SuperDia

Sta per arrivare un modello unico nazionale per il permesso a costruire, la cosiddetta SuperDia. Entro 90 giorni Comuni e Regioni dovranno adeguarsi a questo modello unico, eliminando così le frammentazioni comunali.

Casa nuovaSta per arrivare un modello unico nazionale per il permesso di costruire, la cosiddetta SuperDia.
Dal 2014 è in atto l’iter di semplificazione e standardizzazione della modulistica italiana in edilizia, attualmente ancora troppo frammentata a livello comunale.

È stato infatti predisposto un modello unico per la Super Dia, si tratta di una Dia (Denuncia di Inizio Attività) alternativa al “vecchio” permesso di costruire, già utilizzata in molte regioni per nuove costruzioni, ristrutturazioni “pesanti” e ristrutturazioni urbanistiche.

tetto

Il modello della SuperDia dovrà prima essere approvato dalla Conferenza Unificata, poi le Regioni avranno 90 giorni per recepire le indicazioni contenute nel documento. Entro 90 giorni anche i Comuni dovranno adeguarsi a questa nuova modulistica standardizzata.
Un’ottima notizia per i professionisti e gli operatori del settore che non dovranno più rincorrere le mille modulistiche sempre diverse in ogni singolo Comune.

L’obiettivo verso la semplificazione e standardizzazione dei moduli è iniziata fin dal Decreto Semplificazioni del 2014 che aveva previsto una modulistica unificata per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni alla Pubblica Amministrazione. Sempre nel 2014 un accordo tra Governo e Regioni ha avviato dei moduli unificati per Scia (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) e permesso di costruire. Le Regioni in seguito hanno adottato delle apposite delibere per attivare localmente tali i modelli. Sono stati messi a punto anche i modelli unici per CIL e CILA (comunicazione inizio lavori), previsti per gli interventi di edilizia libera che non richiedono particolari autorizzazioni e che non rientrano quindi nel raggio d’azione della Scia o del permesso di costruire. Anche in questo caso, le Regioni hanno adeguato le loro norme per poter applicare tali moduli unificati.

Resta invece ancora da definire il Regolamento edilizio unico, ultimo passo verso la fine dell’intricato panorama normativo italiano caratterizzato da troppe differenze tra Comune e Comune. Il regolamento edilizio unico dovrebbe arrivare entro la fine di quest’anno.

foto autore
Elena Liziero

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX