foto autore
Elena Liziero

Se sostituisci i serramenti puoi approfittare del bonus mobili

Buone notizie per chi vuole sostituire le finestre di casa: secondo l'Agenzia delle Entrate è possibile approfittare anche del bonus mobili. Si può quindi usufruire della detrazione del 50% anche su acquisti di arredamento ed elettrodomestici effettuati nello stesso periodo.

La sostituzione degli infissi può essere agevolata sia con l’Ecobonus, se l’intervento migliora le prestazioni energetiche dell’edificio, sia con la detrazione per le ristrutturazioni. Ecco cosa bisogna scegliere per ottenere anche il bonus mobili.

Bonus ristrutturazioni

Per gli interventi di ristrutturazione le detrazioni fiscali sono previste del 50%. Tra i numerosi interventi agevolati con il bonus ristrutturazioni è compresa anche la sostituzione di infissi esterni e serramenti, anche con modifica di materiale o tipologia di infisso.

Se la sostituzione degli infissi rientra in una ristrutturazione, che prevede la detrazione Irpef del 50%, è possibile ottenere anche il bonus mobili per l’acquisto di arredamento e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare la stessa casa o mansarda che si sta restaurando.

Ecobonus e sostituzione finestre

Da quest’anno per la sostituzione delle finestre la percentuale non cambia scegliendo l’uno o l’altro tipo di agevolazione. Anche rientrando nei bonus previsti per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici, il rinnovo dei serramenti prevede la stessa percentuale detraibile del bonus ristrutturazioni: il 50% delle spese totali. Per questo motivo, mancando i vantaggi degli scorsi anni di una percentuale maggiore di incentivo, meglio far rientrare la sostituzione delle finestre nella ristrutturazione, così, se nel periodo in cui si rinnovano le finestre, si acquistano anche dei mobili, ovviamente per la stessa casa, si può richiedere ed ottenere anche il bonus mobili.

L'Agenzia delle Entrate ha affermato che la sostituzione degli infissi è compatibile con il bonus mobili.

Bonus mobili

L’Agenzia delle Entrate ha ricordato che qualsiasi sia l’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, il bonus mobili deve essere calcolato su un importo massimo di 10mila euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Anche questa detrazione viene suddivisa in dieci quote annuali di pari importo.

Il bonus mobili è valido per gli acquisti effettuati a partire dal primo gennaio 2018 che devono essere collegati agli interventi di restauro della propria casa.

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX
cucina con finestra
Realizzazione

Una mansarda con tanta luce in cucina

Una casa a doppia altezza con la cucina mansardata, luce dalla finestra per tetti e colori chiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide di Mansarda

Scopri tutti i vantaggi del vivere in mansarda