foto autore
Erika Galdi

Perché progettare una mansarda con la luce naturale?

Progettare una mansarda con la luce naturale significa dare più valore all'immobile, garantire comfort visivo e qualità della luce negli ambienti, oltre che risparmiare energia.

La luce naturale è stata usata per secoli come fonte primaria di illuminazione all’interno degli spazi abitati ed è sempre stata parte integrante della progettazione architettonica, fin da quando esistono gli edifici.
Va da sé che affiancare alla progettazione preliminare architettonica una progettazione illuminotecnica naturale garantisce di ottenere una qualità degli spazi elevata in termini di luce, nonché la possibilità di tenere sotto controllo una serie di temi – dall’architettonico all’energetico – di indubbia importanza.

sottotetto

In fase progettuale, l’impiego della luce naturale impone uno studio approfondito di soluzioni, valutate in base alle esigenze visive (in particolare le attività da svolgere e i compiti visivi), alle caratteristiche architettoniche e funzionali degli spazi, al benessere termico e visivo degli occupanti, senza trascurare ovviamente il comportamento energetico dell’edificio.

Le condizioni di comfort visivo in particolare costituiscono il presupposto per una progettazione ottimale, sia riguardante la luce artificiale, sia e soprattutto quella naturale.

Se tutto questo incide fortemente sulle parti che costituiscono il corpo di un edificio, incide molto meno, per certi versi, negli spazi sottotetto. Vediamo perché.

La luce zenitale all’ultimo piano

L’ultimo piano è uno spazio che nel nostro paese per molti anni è stato dedicato a solai, soffitte, o comunque a spazi non abitabili. L’idea generale che ne è conseguita è che i sottotetti siano nell’immaginario comune degli spazi angusti e male illuminati. In realtà, grazie alla loro posizione privilegiata rispetto all’edificio, si possono trasformare in ambienti molto luminosi e belli da vivere. Non dimentichiamoci per esempio che il sottotetto è l’area dell’edificio nella quale ogni stanza può avere condizioni ottimali di luce. Perché?

  • L’ultimo piano non è influenzato dalla riflessione esterna dovuta ad ostacoli circostanti, rappresentando la sommità di un edificio ed essendo solitamente rivolto per la maggior parte delle sue superfici alla volta celeste.
  • Può garantire prese di luce diretta dal cielo, cosa che lo rende certamente più appetibile in termini di vendibilità, rischiando di essere la zona meglio illuminata, da luce naturale, dell’intero fabbricato.
  • Dà l’opportunità di avere finestre supplementari in posizione alta, cosa che incide positivamente oltre che sull’aspetto illuminotecnico anche sulla ventilazione naturale e quindi di conseguenza sulla qualità dell’aria degli ambienti.

Perché progettare un sottotetto puntando sulla luce naturale?

  • Perché la luce naturale ha un forte impatto sul comfort, sulla psiche e sulla concentrazione
  • Perché aiuta a conseguire benefici sia in campo illuminotecnico che energetico
  • Perché la legge italiana non richiede solo il calcolo del rapporto aero-illuminante (RAI) di 1/8 ma anche il calcolo del Fattore medio di luce diurna (Fmld)
  • Perché una buona luminosità naturale aumenta il valore dell’immobile

Vuoi saperne di più su come progettare una mansarda accogliente e funzionale?

Quali sono i requisiti normativi, come sfruttare la luce naturale e zenitale, come migliorare il comfort in mansarda. Nella guida “Progettare una mansarda” troverai tutto quello che c’è da sapere per dare più valore all’ultimo piano.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista?  Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide di Mansarda

Scopri tutti i vantaggi del vivere in mansarda