La conversione di un vecchio sottotetto in una mansarda moderna

Una vecchia soffitta in cattive condizioni è stata trasformata in una mansarda open space, che segue la forma dei locali, con solo le pareti indispensabili, dove sono stati evidenziati gli elementi esistenti, come le travi del tetto e le finestre che illuminano ogni angolo.

All’ultimo piano di un edificio a Saragozza, si trovava questa vecchia soffitta abbandonata.

La situazione non era invitante ed era quasi impossibile immaginare che il sottotetto potesse essere trasformato in uno spazio confortevole e moderno.

Prima

Non solo la forma della soffitta era difficile, ma anche le condizioni dello spazio lasciavano molto a desiderare. I supporti strutturali del tetto erano in cattive condizioni, così come il pavimento e le pareti.

Dopo una ristrutturazione completa la mansarda appare totalmente diversa ed difficile immaginare come fosse prima.

Salotto

Le vecchie travi di sostegno del tetto sono state conservate, evidenziate dalla pittura bianca su soffitto e parete. Le finestre sono state rinnovate, in modo da consentire di far entrare più luce naturale possibile.

I pavimenti in legno danno un tocco caldo e familiare alla casa, bilanciando meravigliosamente le travi del soffitto originali.

Per garantire un’ottimo comfort abitativo sono stati inseriti dei radiatori e un camino, così da riscaldare bene lo spazio durante l’inverno.

Cucina

Data la forma particolare dell’attico, l’interno è stato organizzato al meglio per mantenere la struttura esistente. L’idea era quella di lasciare uno spazio aperto, con pochi elementi di separazione, solo le pareti indispensabili, e senza porte.

La cucina con l'isola

Cucina

La  cucina si apre sul soggiorno, separata dall’isola, che diventa anche un tavolo per pranzi veloci. La finitura lucida aiuta a riflettere la luce disponibile, mantenendo uno stile elegante e contemporaneo.

Di fianco alla cucina si trova la zona notte, aperta ma divisa da alcune pareti che fanno da sostegno ai pensili.

Camera da letto

La camera da letto è piena di luce grazie alle finestre sulla facciata e sul tetto, ed è separata dal soggiorno, dalla cucina e dalla sala da pranzo attraverso un armadio integrato.

Non c’è bisogno di alcuna porta perché la posizione strategica del letto impedisce la visione dalla zona giorno.

Vista dalla finestra della camera da letto

Bagno

Al bagno si accede dalla camera da letto, ed è posizionato direttamente dietro alla cucina. È diviso in due zone: la lavanderia, con la lavatrice e il lavandino, e la zona wc, con la doccia in fondo.

In questo caso la porta era necessaria, ma è scorrevole, così da non ingombrare.

foto autore
Stefania Girelli

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda?

Gli interventi più comuni, i professionisti da coinvolgere, i requisiti di legge, i bonus fiscali, l’importanza dell’illuminazione naturale. Nella Guida “Da sottotetto a mansarda” trovi le indicazioni per ristrutturare e dare più valore alla tua casa.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

La nuova vita di una vecchia soffitta

Grazie all'apertura di nuove finestre per tetti e al sapiente lavoro dei progettisti, una soffitta usata come ripostiglio diventa uno spazio vivibile e collegato all'appartamento sottostante.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX