Cosa inquina l’aria in casa e come renderla più sana

Pochi sanno che l'aria di casa è inquinata da diversi fattori, prima di tutti l'aria che arriva dall'esterno, a cui si aggiungono sostanze nocive e umidità presenti tra le pareti di casa. Ma è possibile migliorarla con alcuni semplici comportamenti come arieggiare spesso e limitare l'uso di materiali tossici.

Ogni giorno passiamo la maggior parte del nostro tempo al chiuso, in casa, al lavoro o a scuola. Negli ultimi decenni, la ricerca scientifica ha fornito prove sempre più consistenti degli effetti negativi che l’aria che respiriamo in ambienti chiusi può avere sulla nostra salute.

L’aria che respiriamo è importante quanto il cibo che mangiamo o l’acqua che beviamo: un adulto medio respira circa 15.000 litri d’aria ogni giorno.

Siamo tutti preoccupati dell’aumento dell’inquinamento dell’aria all’esterno, ma poche persone sanno che l’aria all’interno delle case può essere inquinata fino a cinque volte di più di quella esterna: secondo il sondaggio commissionato da VELUX a YouGov, il 78% delle persone non sa che l’aria interna è più inquinata dell’aria esterna.

Le attività che rendono l’aria di casa inquinata

attività domestiche

Per prima cosa l’aria in casa arriva comunque dall’esterno, e quindi già in partenza ha tutte le problematiche di inquinamento ben conosciute.

A queste poi si sommano le sostanze inquinanti provenienti da materiali tossici all’interno, come materiali da costruzione, prodotti per la pulizia, mobili, plastica, giocattoli e così via.

Ci sono poi tutte le attività che svolgiamo in casa come cucinare, bruciare candele, asciugare i vestiti in casa che aggiungono sostanze nocive e umidità.

Infine c’è una cosa che facciamo tutto il giorno: respirare. Una famiglia di quattro persone emette circa 1.800 litri di CO2 e 10 litri di acqua nell’ambiente solo respirando.

Come migliorare l’aria in casa

finestra aperta

La buona notizia è che ci sono tante piccole abitudini che si possono mettere in atto per rendere la casa un posto molto più fresco e più sano dove vivere bene.

La prima, fondamentale, è quella di aprire le finestre tre o quattro volte al giorno. Arieggiare permette di far uscire l’aria inquinata e di tenere sotto controllo l’umidità, soprattutto dopo le ore notturne.

Arieggiare in mansarda risulta più facile, grazie alle caratteristiche delle finestre per tetti: una finestra per tetti aperta permette di sfruttare l’effetto camino spostando l’aria dal basso verso l’alto.

Inoltre la barra di manovra della finestra per tetti permette di ricambiare l’aria delle stanze anche senza aprire la finestra: in un’ora viene cambiato quasi due volte il volume d’aria di una camera da letto con qualsiasi condizione di tempo.

Se poi in mansarda sono installate le finestre VELUX INTEGRA, è possibile arieggiare anche quando siamo fuori casa e senza preoccuparsi del tempo: il sensore pioggia le chiude automaticamente alle prime gocce. INTEGRA ha anche dei programmi dedicati proprio al ricambio dell’aria.

Aprire le finestre tre o quattro volte al giorno è fondamentale per migliorare la qualità dell'aria all'interno della mansarda.

Ci sono poi tutta una serie di buone abitudini che aiutano a tenere sotto controllo la quantità di inquinanti e umidità in casa:

  • evitate di bruciare candele
  • aprite le finestre quando cucinate (o utilizzate cappe aspiranti che portano i fumi all’esterno)
  • asciugate i vestiti all’esterno quando possibile (o aprite una finestra se è necessario tenerli all’interno)
  • chiudete la porta del bagno quando fate la doccia e aprite la finestra subito dopo, in modo da mandare all’esterno l’umidità
  • riducete l’uso di prodotti detergenti a base chimica.

Per saperne di più sulla qualità dell’aria in casa e su come puoi migliorarla, visita il sito della campagna VELUX Indoor Generation.

foto autore
Stefania Girelli

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come progettare una mansarda accogliente e funzionale?

Quali sono i requisiti normativi, come sfruttare la luce naturale e zenitale, come migliorare il comfort in mansarda. Nella guida “Progettare una mansarda” troverai tutto quello che c’è da sapere per dare più valore all’ultimo piano.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista?  Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX