Risparmio energetico grazie a nuove finestre

Gli infissi a risparmio energetico sono fondamentali per migliorare l’isolamento termico della casa, abbassando il costo delle bollette. Inoltre, chi cambia finestre sostituendole con modelli più isolanti, spende la metà grazie alla detrazione Irpef del 50% prevista dall'Ecobonus.

Le finestre e gli infissi sono gli elementi principali attraverso i quali avviene la maggior dispersione di calore per un edificio. Ecco le dritte per scegliere il serramento migliore per spendere meno in bolletta, avere più comfort in casa e ricevere le detrazioni fiscali.

Come scegliere gli infissi per ottenere il risparmio energetico

Uno dei fattori da considerare per scegliere i serramenti è quello dell’isolamento termico: le finestre devono consentire l’ingresso della luce naturale nell’edificio, evitando la dispersione di calore verso l’esterno.

In questo modo negli ambienti domestici si creerà un piacevole tepore in inverno e freschezza d’estate. E’ meglio scegliere anche dei vetri a bassa emissione termica il cui compito è proprio quello di garantire l’ingresso della luce solare e non dei raggi UV per evitare che il calore vada disperso esternamente.

Una finestra ad alte prestazioni garantisce un basso coefficiente di trasmittanza termica: se questo coefficiente è basso, il calore fuoriuscito sarà minore, portando quindi ad un risparmio energetico e minori consumi di riscaldamento (o raffrescamento estivo).

Le finestre devono inoltre isolare dalla pioggia, dal vento e anche dai rumori esterni.

cucina con finestra

I serramenti più performanti costano di più rispetto a quelli “tradizionali” ma, grazie all'abbassamento dei costi in bolletta e agli incentivi, l'investimento si ripaga velocemente.

I materiali delle finestre a risparmio energetico

1. Il legno utilizzato per il telaio delle finestre è un buon materiale per l’isolamento termoacustico. In particolare il telaio in legno lamellare è indicato se si desidera ottenere il massimo dai propri serramenti.

2. Il PVC è un altro materiale a risparmio energetico: si tratta di un cattivo conduttore e per questo viene scelto per realizzare dei serramenti molto isolanti. Il PVC è prediletto anche per la sua economicità e la poca manutenzione che esso richiede. I serramenti in PVC sono altamente resistenti alle intemperie e al freddo, sono ideali nelle città con il clima più rigido.

3. Alluminio. Grande resistenza alle intemperie e grande durata sono le caratteristiche dei serramenti in alluminio, un materiale eco sostenibile e riciclabile. L’alluminio, a differenza dei due materiali precedenti, ha una conducibilità termica più elevata: per questo motivo si tende a optare per dei telai che sono composti da elementi tra cui è presente una membrana isolante.

4. Legno e alluminio. Una scelta di design ed elevate prestazioni energetiche viene fornita dai serramenti che utilizzano entrambi questi due materiali: in genere sono composti da alluminio esterno, più resistente alla intemperie, e legno all’interno, dall’effetto più “caldo” e naturale.

Le detrazioni per le sostituzioni di infissi

La detrazione Irpef del 50% è concessa solo qualora siano rispettate queste condizioni:

  • la sostituzione degli infissi deve riguardare edifici esistenti, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso
  • la sostituzione degli infissi esistenti deve necessariamente aumentare il livello di efficienza energetica con un complessivo miglioramento termico dell’abitazione
  • gli infissi devono delimitare un volume riscaldato, quindi infissi verso l’esterno o verso locali non riscaldati
  • i nuovi infissi devono rispettare i requisiti di trasmittanza definiti dal Decreto 26 Gennaio 2010.

L’agevolazione consiste in una detrazione delle spese sostenute dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche). L’importo della detrazione va ripartito in dieci rate annuali di pari importo.

Per la sostituzione degli infissi la detrazione ha un tetto massimo di 60.000 euro.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come progettare una mansarda accogliente e funzionale?

Quali sono i requisiti normativi, come sfruttare la luce naturale e zenitale, come migliorare il comfort in mansarda. Nella guida “Progettare una mansarda” troverai tutto quello che c’è da sapere per dare più valore all’ultimo piano.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista?  Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

Da sottotetto a mansarda di classe

L’estensione di un appartamento esistente tramite il recupero abitativo di un sottotetto reso luminoso e vivibile dai numerosi punti luce ricavati

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX