Il calcolo oneri di una mansarda

Per chi recupera un sottotetto e lo trasforma in una accogliente mansarda sono previsti degli oneri di costruzione e urbanizzazione. Ecco quali sono.

Come si calcolano gli oneri di una mansarda?

Quando si vuole trasformare un sottotetto in mansarda abitabile, bisogna affidarsi a un tecnico esperto che sia in grado di calcolare con precisione gli oneri da pagare. Ci sono gli oneri di costruzione e quelli di urbanizzazione, che sono rispettivamente proporzionali al computo metrico estimativo e ai metri cubi che diventeranno abitabili, ma variano in ogni Comune.

calcolo oneri mansarda

I valori minimi e massimi degli oneri sono stabiliti da una legge regionale. A livello comunale ogni anno, attraverso una delibera, vengono aggiornati o confermati gli oneri.

Oneri di urbanizzazione

Sono contributi dovuti quando si fa una nuova costruzione o un restauro per partecipare alle spese dei Comuni per l’urbanizzazione del territorio.

Si dividono in oneri di urbanizzazione primaria (U1) e secondaria (U2).

  • Gli oneri di urbanizzazione primaria contribuiscono alla realizzazione di strade, parcheggi, fognature, illuminazione pubblica, verde pubblico, sistemi di distribuzione dell’acqua, dell’energia, del gas.
  • Gli oneri di urbanizzazione secondaria sono destinati alla realizzazione di scuole e asili, chiese, centri civici, parchi urbani, impianti sportivi, parcheggi pubblici.

Il loro valore cambia in relazione ad alcune caratteristiche del territorio comunale quali: l’ampiezza demografica, la collocazione geografica, lo sviluppo economico.

Si fa riferimento anche alla zona (centro storico, periferia, zona agricola ecc.), al tipo di opera (nuova costruzione o ristrutturazione) e alla destinazione d’uso dell’immobile (residenziale, commerciale, ecc.).

I criteri di applicazione, stabiliti a livello regionale, indicano le modalità di applicazione ed i casi in cui ai Comuni è consentito modificare i valori.

Oneri di costruzione

Questo tipo di onere è dovuto al Comune per una nuova costruzione o per una ristrutturazione edilizia come, per esempio, il recupero del sottotetto.

Ha un valore compreso tra il 5% e il 20% del costo standard a metro quadro, fissato dalla Regione, per le costruzioni di edilizia agevolata. La percentuale varia in funzione delle caratteristiche e del tipo delle costruzioni, della loro destinazione ed dal luogo in cui si trovano.

I Comuni aggiornano ogni anno il costo di costruzione applicando l’indice generale nazionale del costo di costruzione dei fabbricati residenziali calcolato dall’Istat che misura le variazioni nel tempo dei costi degli immobili ad uso abitativo.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

Il recupero di una casa antica con mansarda

La sovrapposizione di epoche storiche e stili architettonici diversi caratterizza questa affascinante casa su più livelli e con una luminosa mansarda.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX