Che caratteristiche devono avere serramenti e tende per ottenere l’Ecobonus?

Ecco tutte le caratteristiche che devono avere i serramenti e le tende per poter usufruire della detrazione fiscale del 50%, come riporta il recente Vademecum dell'Enea.

Nei Vademecum sulle Schermature solari e sugli Infissi, aggiornati lo scorso 9 maggio, l’Enea spiega tutte le caratteristiche affinché tu possa usufruire della vantaggiosa detrazione Irpef del 50% sulla sostituzione di tende e serramenti.

Cos’è l’Ecobonus?

Ricordiamo che anche per tutto il 2019  sono attivi gli incentivi per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici, meglio conosciuti come Ecobonus. Se hai bisogno di cambiare i serramenti, hai tempo fino al 31 dicembre prossimo per usufruire della detrazione Irpef del 50% (il prossimo anno o verrà nuovamente prorogata alle stesse condizioni, oppure si abbasserà la percentuale incentivata al 36%).

Se sostituisci le finestre comprensive di infissi e/o schermature solari, puoi ottenere l’Ecobonus a condizione che vi sia un miglioramento della prestazione energetica della tua casa.
Il pagamento devi farlo tramite bonifico bancario o postale, e deve esserci la causale di legge, il codice fiscale, il numero e la data di fattura. Terminati i lavori, devi inviare all’ENEA la scheda descrittiva dell’intervento entro 90 giorni dal termine dei lavori. Infine otterrai la detrazione Irpef in 10 rate annuali di uguale importo.

Ecobonus infissi: i requisiti

Quali sono i requisiti dell’Ecobonus infissi?
Per godere della detrazione del 50% delle spese per un massimo di 60.000 € per unità immobiliare, l’intervento che fai nella tua casa deve avere le seguenti caratteristiche:
– deve essere una sostituzione di elementi già esistenti e/o sue parti (e non una nuova installazione)
– deve delimitare un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati (es. non può essere un garage o box esterno non riscaldato)
– deve assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al valore di trasmittanza limite riportato in tabella 2 del DM 26 gennaio 2010.

Sono considerate ammissibili all’Ecobonu anche le spese per:
fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso o di una porta d’ingresso
– integrazioni e sostituzioni dei componenti vetrati
– fornitura e posa in opera di scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi (o del solo vetro).

sostituzione finestre

Sono incentivabili sia la sostituzione delle tende e finestre in contemporanea, sia uno di questi due lavori effettuati singolarmente.

Schermature solari: requisiti tecnici per ottenere l’incentivo

L’Enea ricordato che per ottenere la detrazione del 50% delle spese per un massimo di 60.000 € per unità immobiliare le schermature solari (tende, tapparelle, ecc) devono essere:
applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall’utente (es. quelle con la calamita non sono incentivabili)
a protezione di una superficie vetrata
– installate all’interno, all’esterno o integrate alla superficie vetrata
mobili
– schermature “tecniche”
marcate CE, se prevista tale marcatura;
rispettare le leggi e normative nazionali e locali in tema di sicurezza e di efficienza energetica.

Inoltre, l’Enea ha chiarito che le chiusure oscuranti possono essere in combinazione con vetrate o autonome e sono ammesse per tutti gli orientamenti. Le schermature solari, invece, non possono essere installate a nord (pena la perdita del beneficio).
Non sono incentivabili spese per zanzariere (a meno che non siano anche oscuranti per un valore Gtot inferiore a 0,35 certificato da un organismo autorizzato) né per gazebi, in quanto non sono aderenti all’abitazione (involucro edilizio).

Infine, sono agevolabili gli interventi che prevedono l’installazione di sistemi di schermatura di cui all’Allegato M al DLgs 311/2006.

Puoi ottenere l’Ecobonus anche per le spese per:
fornitura e posa in opera di sistemi di schermatura solare e/o chiusure tecniche oscuranti
– eventuale smontaggio e dismissione di analoghi sistemi preesistenti
– opere provvisionali e accessorie
– spese per le prestazioni professionali necessarie alla realizzazione degli interventi nonché della documentazione tecnica necessaria.

Se hai dubbi sulla documentazione tecnica necessaria e su come inviarla all’Enea, puoi sempre chiedere aiuto a un professionista esperto.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

Una casa elegante dalle molte finestre sul tetto

Tanti tocchi di luce zenitale impreziosiscono una villa elegante e spaziosa immersa nel verde

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX