Le novità della Legge di Stabilità 2018

La Legge di Stabilità 2018 presenta molte conferme nell'ambito dell'edilizia, come le Detrazioni del 65% e del 50% e bonus mobili, ma anche tante novità. Ecco i dettagli.

La Legge di Stabilità 2018 presenta molte conferme nell’ambito dell’edilizia, come le detrazioni del 50% e il Bonus mobili, ma anche tante novità, come i superincentivi per i condomini e qualche ritocco agli Ecobonus.

Detrazioni sulla riqualificazione energetica (Ecobonus)

E’ stata prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione fiscale per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici.

Sono detraibili con il 65% le spese sostenute per:

  • interventi di coibentazione dell’involucro opaco
  • pompe di calore
  • sistemi di building automation
  • collettori solari per produzione di acqua calda
  • scaldacqua a pompa di calore
  • generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro
  • generatori d’aria a condensazione
  • sono ammessi con la stessa aliquota del 65%, anche i micro-cogeneratori, per una detrazione massima consentita di 100.000 euro.

Dal 2018 sono detraibili con il 50% i serramenti (finestre) e le schermature solari (tende esterne), la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale in classe A, le caldaie a biomassa.

Le super detrazioni per i condomini

Dal 2017 sono stati introdotti incentivi più consistenti per la riqualificazione energetica delle parti comuni dei condomini e sono stati prorogati nel 2018. Si tratta di percentuali molto alte, che possono arrivare fino al 75% delle spese sostenute, ma anche della possibilità per tutti i residenti nel condominio di cedere il bonus ai fornitori.

Gli interventi di efficientamento energetico nei condomini beneficeranno di bonus proporzionali all’entità dei lavori e ai risultati raggiunti. Si partirà quindi dal 65%, percentuale uguale a quella dei bonus nelle singole abitazioni, ma si potrà salire al 70% se l’intervento interessa almeno il 25% dell’involucro edilizio, ad esempio quando si aggiunge all’edificio il cappotto termico. Gli incentivi possono arrivare al 75% nel caso in cui l’intervento porti al miglioramento della prestazione energetica invernale ed estiva che consegua almeno la qualità media di cui al DM 26 giugno 2015.

Detrazione 50% sulle ristrutturazioni

È stata prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione fiscale del 50% sugli interventi di ristrutturazione. Sono stati confermati sia il tetto massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare sia le 10 rate annuali per ottenere il rimborso. Sono detraibili le spese per lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, lavori di ristrutturazione edilizia ed eliminazione delle barriere architettoniche.

Bonus Mobili

E’ stato prorogato fino al 31 dicembre 2018 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10 mila euro rimborsabile in 10 anni per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza energetica ma solo nel caso siano destinati ad arredare un’abitazione nella quale si stiano facendo lavori di ristrutturazione. Non è stato rinnovato il Bonus Mobili per le giovani coppie.

detrazioni

Credito di imposta per l’ampliamento degli alberghi

Rinnovato anche il credito d’imposta del 30% per la ristrutturazione edilizia degli alberghi. Si applicherà anche ai casi in cui la ristrutturazione comporti un aumento della cubatura complessiva, rispettando i limiti fissati dal Piano Casa. Il bonus è prorogato a tutto il 2018, con un’aliquota pari al 65%, ed è esteso agli agriturismi.

Sisma bonus

Per i lavori relativi all’adozione di misure antisismiche fino al 2021 sarà attivo il nuovo Sisma bonus. La detrazione, da ripartire in 5 quote annuali, sarà pari al 50%, con il limite di spesa di 96.000 euro, e potrà essere fruita per la messa in sicurezza statica di edifici adibiti ad abitazione e ad attività produttive, ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3. Il bonus è innalzato al 70% o all’80% in caso di miglioramento rispettivamente di una o due classi di rischio. Per i condomini, la percentuale di detrazione aumenta al 75% e 85%.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

La trasformazione di un sottotetto in mansarda a Torino

Un sottotetto di Torino è stato trasformato da un progettista in una mansarda piccola, ma funzionale, con un unico open space per la zona giorno e una camera da letto con cabina armadio nella zona notte

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX