Linea vita per la sicurezza dei lavori sul tetto

La linea vita è un sistema di ancoraggio anticaduta, è obbligatoria su nuove costruzioni o in caso di ristrutturazione di edifici se si svolgono lavori oltre i 2 metri di altezza.

Le linee vita sono obbligatorie se nel tetto della tua abitazione ci sono impianti tecnologici (come pannelli solari, fotovoltaici, antenne) e sono necessari dei lavori di manutenzione in quota. Si tratta di una misura contenuta nell ’art. 107 del D.Lgs. 81/08 (testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro). La Legge definisce “lavoro in quota” quello in cui un operatore si trovi con i piedi ad un’altezza uguale o superiore ai 2 metri da un piano considerato stabile.

Quindi, se sei proprietario di una villetta e devi fare lavori sul tetto o se vivi in una mansarda e l’amministratore di condominio commissiona un lavoro di ordinaria manutenzione sulla copertura ad un antennista, ad un muratore o ad uno spazzacamino, bisogna predisporre delle “misure di protezione”.

La Legge prevede varie misure di protezione: parapetti, reti anticaduta, ancoraggi o linee vita per permettere a chi lavora di assicurarsi mediante un’imbracatura ad un sistema di collegamento. In genere le linee vita sono la soluzione più economica e diffusa.

Le linee vita sono sistemi che proteggono cadute per lavori localizzati e di breve durata, in cui non sia previsto l’allestimento di un cantiere. Si tratta quindi, ad esempio, di:

  • ispezioni
  • sostituzioni di alcune tegole
  • pulizia delle grondaie
  • manutenzioni su antenne
  • manutenzione pannelli fotovoltaici
  • pulizia canne fumarie.

La sicurezza nei cantieri temporanei, invece, deve sempre essere garantita da sistemi di protezione per più persone, come parapetti e ponteggi.

Le Regioni e Province autonome hanno delle leggi che definiscono l’obbligo di installare sistemi di protezione permanenti nel tetto, come le linee vita, in specifiche occasioni.

In genere, a livello regionale, sono obbligatorie le linee vita in caso di:

  • costruzione di un nuovo edificio
  • manutenzione straordinaria (ma anche ordinaria in alcune Regioni) del tetto.Finestra per accesso esterno

Come spesso capita, i regolamenti regionali prevedono deroghe e prescrizioni particolari per specifiche situazioni, quindi, meglio informarsi nell’Ufficio Tecnico del tuo Comune per capire se nel tuo tetto sia obbligatorio installare la linea vita.

Per accedere al tetto e alla linea vita esistono delle apposite finestre per tetti, sia piani che inclinati. Queste finestre hanno un’apertura tale che consente di accedere agevolmente, a norma di legge e in tutta sicurezza alla copertura.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

La nuova vita di una vecchia soffitta

Grazie all'apertura di nuove finestre per tetti e al sapiente lavoro dei progettisti, una soffitta usata come ripostiglio diventa uno spazio vivibile e collegato all'appartamento sottostante.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX