Le classi energetiche degli edifici e delle mansarde

La classe energetica determina il livello di consumi energetici di un edificio o mansarda, è un requisito fondamentale ed obbligatorio nella compravendita o affitto, infatti contribuisce a determinare il valore di un immobile. Grazie agli incentivi per la riqualificazione energetica, migliorare classe ti conviene.

Ecco una panoramica per capire cos’è la classe energetica di un edificio, chi la rilascia, perché è importante e quali interventi si possono fare per migliorarla (lavori che hanno ottimi incentivi fiscali).

Cos’è una classe energetica

Le classi energetiche sono 10 (dal 1 Ottobre 2015):  A4, A3, A2, A1, B, C, D, E, F e G.
La G rappresenta gli immobili (generalmente quelli vecchi) che consumano più energia, la migliore è la 4A, è quella delle abitazioni più efficienti in assoluto, costruite secondo i metodi più attuali in termini di risparmio energetico e di utilizzo di energie rinnovabili.

Tutte le classi hanno degli intervalli che dipendono dalla prestazione energetica globale, un valore misurato in kWh/mq anno. L’indice di prestazione energetica è l’energia totale consumata da un edificio climatizzato per metro quadro di superficie ogni anno. La classificazione delle abitazioni in classi energetiche ha il fine di diminuire le emissioni inquinanti e gli sprechi, ed è in linea con le direttive europee 2002/91/CE e 2006/32/CE che rappresentano un punto di riferimento per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. In Italia, grazie al Decreto Legislativo 192/2005, è prevista la catalogazione in classi energetiche predefinite e l’introduzione anche di nuovi standard progettuali per le strutture abitative.

Chi fa le certificazioni energetiche

La certificazione energetica è un documento redatto da un tecnico professionista che valuta i consumi energetici di un’abitazione o di una mansarda. Il tecnico deve calcolare il consumo in Kilowatt in un’ora per metro quadro della struttura. Tale valutazione, assieme ad altre verifiche e dati, determina l’APE, cioè l’Attestazione di Prestazione Energetica della casa o dell’edificio. Questi risultati, poi, faranno rientrare la struttura all’interno di determinate classi energetiche.

La normativa sulla certificazione energetica degli edifici è di competenza regionale, quindi alcune variabili possono essere diverse in base al luogo di residenza. Il tecnico che redige l’APE deve quindi tener presente anche la normativa regionale e, solo a Trento e Bolzano, quella delle rispettive province autonome.

Quali interventi si possono fare per migliorarla

Passare da una classe energetica G ad una classe migliore è possibile anche senza fare grandi e dispendiosi lavori. Se ristrutturi la tua casa datata o recuperi il tuo sottotetto, fai un investimento redditizio: con una classe energetica più alta diminuisci i consumi domestici, migliori il benessere in casa e aumenti il valore dell’immobile.

Per migliorare l’efficienza energetica della propria casa si può intervenire su tre fronti:

1 – Involucro edilizio: si tratta di un insieme di elementi che separano l’ambiente interno da quello esterno, cioè pareti esterne o in contatto con ambienti non riscaldati, solai e serramenti. 
Gli interventi da fare sull’involucro per renderlo più efficiente e migliorare la classe energetica dell’immobile sono principalmente la sostituzione dei vecchi serramenti con altri più efficienti e installare materiali per l’isolamento termico, come l’isolamento a cappotto.

2 – Impianti: cambiare gli impianti di riscaldamento, ad esempio sostituendo la vecchia caldaia con una più efficiente.

3 – Produzione di energia da fonti rinnovabili: il salto di qualità della classe energetica avviene se il fabbisogno energetico della casa viene coperto da una buona percentuale di energia autoprodotta con fonti rinnovabili attraverso l’installazione di un impianto fotovoltaico o un impianto solare sul tetto.

Tra gli interventi per migliorare la classe energetica di una casa ci sono la sostituzione dei serramenti e degli impianti e la produzione di energia da fonti rinnovabili.

cucina dopo
Gli incentivi sul miglioramento della classe energetica

La buona notizia è che per praticamente tutti i lavori per migliorare la classe energetica della tua casa o mansarda sono previsti incentivi.

Grazie all’Ecobonus, anche nel 2019 sono confermate delle detrazioni Irpef:

1 – al 50% per:
– interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi
– schermature solari come tende, avvolgibili, persiane
– caldaie a biomassa
– caldaie a condensazione (purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.18/2013).

2 – al 65% per interventi di:
– coibentazione dell’involucro edilizio, come isolamenti a cappotto
– pompe di calore: quindi miglioramento impianti
– sistemi di building automation: dispositivi che devono consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.
– collettori solari per produzione di acqua calda: quindi pannelli solari
– scaldacqua a pompa di calore
– generatori ibridi (pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro).

Questi incentivi vengono erogati sotto forma di detrazione Irpef in 10 quote annuali di pari importo. Quindi, nell’arco di 10 anni ti tornano indietro almeno la metà delle spese per i lavori per migliorare la classe energetica della tua casa o mansarda. Inoltre, abbassi fin da subito le bollette di casa, e, nel caso del recupero del sottotetto, ti trovi una stanza in più assolutamente vivibile e confortevole.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

Il recupero di una casa antica con mansarda

La sovrapposizione di epoche storiche e stili architettonici diversi caratterizza questa affascinante casa su più livelli e con una luminosa mansarda.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX