La sostituzione di finestre esistenti è manutenzione straordinaria?

Per sostituire una finestra esistente è necessario presentare una dichiarazione di Inizio Attività (S.C.I.A.) al proprio Comune, solo quando si cambiano le dimensioni, in quanto si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria.

La sostituzione di infissi esistenti è, sotto il profilo urbanistico, un intervento di manutenzione straordinaria solo se si cambiano le dimensioni, e come tale necessita di una dichiarazione di inizio attività.

È infatti richiesta una dichiarazione al Comune per i lavori di restauro conservativo e ristrutturazione edilizia (così come definiti dall’art.3 del D.P.R. 380/2001). La Legge 30 luglio 2010, n. 122 ha sostituito la D.I.A. con la S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Nessuna autorizzazione è invece prevista per gli interventi di manutenzione ordinaria (come ad esempio la sostituzione di infissi delle stesse dimensioni ma più performanti), per i quali è prevista una semplice comunicazione da parte del proprietario dell’unità abitativa al Comune, e inoltre è possibile rientrare nelle detrazioni del 65%. Meglio in ogni caso verificare nell’ufficio tecnico del proprio Comune: ad es. in alcuni comuni in provincia di Trento, per la sostituzione di serramenti di uguale misura ma colore o materiale diverso viene richiesta comunque una S.C.I.A.

Quale documentazione va presentata per gli interventi di manutenzione straordinaria?

  • La S.C.I.A. va presentata al proprio Comune.
  • E’ opportuno verificare sempre, prima di procedere, se il regolamento edilizio comunale prevede la necessarietà della
    S.C.I.A. per tale tipologia di intervento.
  • La S.C.I.A. segue il meccanismo del silenzio-assenso: comunicata alla pubblica amministrazione la propria intenzione ad avviare l’attività, il soggetto, decorsi 30 giorni può darvi inizio.
  • Entro 60 giorni dalla prima comunicazione, l’amministrazione può verificare l’esistenza dei requisiti e dei presupposti di legittimità e, in caso di loro mancanza, può vietare al soggetto di continuare la sua attività e rimuoverne gli effetti.

I nuovi modelli unici C.I.L. e C.I.L.A.

Il 18 dicembre scorso la Conferenza Unificata tra Governo, Regioni ed Enti locali ha approvato i modelli unici per l’edilizia CIL e CILA per Comunicazione Inizio Lavori e Comunicazione Inizio Lavori Asseverata. In entrambi i casi i lavori possono cominciare il giorno stesso in cui viene presentata la comunicazione al Comune.

Il modello CIL dovrà essere presentato quando si eseguono lavori di edilizia libera, quali:

  • realizzazione di opere temporanee (da rimuovere entro 90 giorni)
  • realizzazione di opere di pavimentazione e finitura degli spazi esterni
  • installazione di pannelli solari o fotovoltaici
  • installazione di singoli generatori eolici con altezza non superiore a 1,5 metri e diametro non superiore a 1 metro
  • realizzazione di opere per l’arredo delle parti pertinenziali degli edifici
  • realizzazione di aree ludiche senza fini di lucro.

Il modello CILA dovrà essere presentato, invece, quando si eseguono:

  • interventi di manutenzione straordinaria non riguardanti parti strutturali
  • interventi di frazionamento o di accorpamento di unità immobiliari, senza cambio di destinazione d’uso e senza aumento di volumetria.

Per ogni dubbio è meglio rivolgersi al proprio Comune che chiarirà quale modulo o comunicazione si deve presentare secondo il regolamento comunale e le leggi regionali.

foto autore
Silvia Torneri

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

I commenti degli utenti

Arianna
Salve vorrei sapere che tipo di documentazione occorre avere affinché la sostituzione degli infissi esterni possa essere considerata manutenzione straordinaria ai fini della fruizione della detrazione de 50%. Le istruzioni dell'agenzia entrate parlano di modifica di tipologia o materiale quindi l'azienda cosa dovrebbe scrivere sui documenti rilasciati. grazie mille per la risposta Rispondi
Silvia Torneri
Buongiorno Arianna, la sostituzione degli infissi può rientrare nella detrazione del 50% per la ristrutturazione, ma anche in quella del 65% per gli interventi di risparmio energetico. Ti rimando alle due guide ufficiali dellì'Agenzia delle Entrate e dell'Enea. Clicca qui per detrazione 50%. Clicca qui per detrazione 65%. Buona giornata, Silvia Torneri - Redazione mansarda.it. Rispondi
Sergio
Vorrei sostituire delle vecchie persiane in legno con persiane in alluminio, mantenendo la stessa apertura, la stessa partizione e lo stesso colore, in un'abitazione situata in un centro storico. E' possibile farlo? E' necessaria una comunicazione al comune? Rispondi
Silvia Torneri
Gentile Sergio, normalmente non è necessaria alcuna autorizzazione. Se vuoi esserne certo ti consiglio di rivolgerti all'Ufficio tecnico del comune in cui si trova l'immobile. Buona giornata. Silvia Torneri - Redazione mansarda.it Rispondi
alessia
salve sto cambiando le finestre e vorrei usufruire degli incentivi per il bonus mobili. Basta presentare un cil? Rispondi
Silvia Torneri
Gentile Alessia, la sostituzione dei serramenti non rientra nel bonus mobili, ma nella detrazione del 65% per gli interventi di risparmio energetico. Per sostituire i vecchi infissi con finestre per tetti di pari dimensioni, senza modificare il foro, non è necessario richiedere alcun permesso. Buona fortuna. Silvia Torneri - Redazione mansarda.it Rispondi
alessia
nella GuidaBonus Mobili ed Elettrodomestici marzo 2016 é citato: "Esempi di lavori su singoli appartamenti o parti condominiali che danno diritto al bonus: ... Manutenzione straordinaria - sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o tipologia di infisso" Quindi, a patto di non richiedere la detrazione al 65% come risparmio energetico, la sostituzione degli infissi è ammesso come lavoro per accedere al bonus mobili ma rientra come manutenzione straordinaria. A questo punto si dovrebbe presentare una cila, o si deve distinguere tra ciò che intende l'agenzia delle entrate per manutenzione straordinaria e ciò che invece la normativa urbanistica definisce manutenzione ordinaria? Rispondi
Silvia Torneri
Ben ritrovata Alessia! La guida di marzo 2016 dice anche che "Per avere l’agevolazione è indispensabile realizzare una ristrutturazione edilizia", quindi presentare un progetto e avere una concessione dal parte de comune. Non credo che convenga per la sola sostituzione degli infissi esterni (tra l'altro non è necessaria se non si cambiano il colore e la tipologia di infisso). Inoltre i nuovi infissi possono essere detratti al 65% con il bonus per il risparmio energetico, che non richiede nessun tipo di premesso, oltre a essere più conveniente. Buona giornata. Silvia Torneri - Redazione mansarda.it Rispondi
Massimo
Ho fatto sostituire tutti gli infissi della mia casa in legno con infissi VELUX bianchi, affidandomi a Serramenta.it. Lavoro fatto bene e gli infissi hanno un'efficienza energetica doppia delle vecchie. Soddisfatto. Rispondi
ferrara stefano
se devo sostituire le persiane della mia abitazione perche sono irriparabili e voglio fare la detrazione fiscale per ristrutturazione del 50 % devo presentare al comune il CIL o ci vuole qualche altra documentazione Rispondi
Silvia Torneri
Gentile Stefano, la sostituzione delle persiane prevede la detrazione del 65% per gli interventi di risparmio energetico, non del 50% (quella è sulle ristrutturazioni). Per sostituire non è necessario alcun tipo di permesso. Buona giornata. Silvia Torneri - Redazionehttps://www.mansarda.it/wp-admin/edit-comments.php?comment_status=moderated#comments-form mansarda.it Rispondi
Giuseppe
Buongiorno, vorrei chiedere se nell'ambito della sostituzione degli infissi sia possibile sostituire anche la tipologia di vetro standard con una a specchio (riflettente). Mi chiedo se ci siano vincoli all'utilizzo di superfici specchiate che si trovano in facciata si un condominio. Si tratta di un immobile anni 60 a milano in zona centrale. Grazie Giuseppe Rispondi
Silvia Torneri
Gentile Giuseppe, non sono purtroppo in grado di rispondere a una domanda così specifica. Dovresti rivolgerti all'Ufficio Tecnico del Comune in cui si trova l'immobile o contattare un professionista del settore (geometra, architetto, ecc.). Buona giornata. Silvia Torneri - Redazione mansarda.it Rispondi
Massimiliano
Buongiorno, a breve, nell'ambito di lavori di manutenzione ordinaria di un appartamento, farò cambiare gli infissi in legno bianco con infissi in pvc bianco con doppio vetro. L'appartamento è nel comune di roma. Servono permessi particolari? Grazie E' mia intenzione comunque fare una comunicazione (non obbligatoria) al comune di inizio lavori di manutenzione ordinaria. Rispondi
Silvia Torneri
Gentile Massimiliano, la sola sostituzione degli infissi con altri infissi della stessa misura non è soggetta alla richiesta di permessi, ma può essere effettuata liberamente. Un saluto cordiale,. Silvia Torneri - Redazione mansarda.it. Rispondi
DI PERSIO PASQUALE
VORREI SAPERE SE DEVO CHIEDERE IL PERMESSO ALLA SOSTITUZIONE DI VECCHIE FINESTRE NELLA MIA MANSARDA, SENZA MODIFICARE LA STRUTTURA ESISTENTE. Rispondi
Silvia Torneri
Gentile Pasquale, la sostituzione di vecchie finestre per tetti con nuovi infissi di pari misura (quindi senza ampliamento del foro) non necessita di alcun permesso. Buona giornata. Silvia Torneri - Redazione mansarda.it Rispondi
valter
Ho fatto sostituire quatro finestre velux in legno con finestre di ultima generazione velux plasticate bianche, anno un efficenza energetica quasi doppia delle vecchie, e la deita GUIDA che le ha sostituite a organizzato tutto e in una giornata a realizato la sostituzione,con professionalità e pulizia. Cordiali Saluti Valter Renzi Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

La sostituzione di finestre esistenti è manutenzione straordinaria?

Per sostituire una finestra esistente è necessario presentare una dichiarazione di Inizio Attività (S.C.I.A.) al proprio Comune, solo quando si cambiano le dimensioni, in quanto si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX