Qual è la differenza tra rapporto aeroilluminante e fattore medio di luce

Sono entrambi parametri importanti, i cui minimi sono fissati per legge, e determinano la luminosità e di conseguenza la vivibilità di una mansarda. Ecco cosa sono e come si calcolano.

Rapporto Aeroilluminante

Il rapporto aeroilluminante è il rapporto tra l’ampiezza della superficie del pavimento e la grandezza delle finestre. Per essere più precisi, i rapporti illuminanti considerano solo la superficie di vetro dell’infisso, mentre i rapporti aeranti considerano la superficie della finestra come se fosse aperta.

La normativa nazionale (Decreto Ministeriale 5 luglio 1975) stabilisce una superficie apribile non inferiore a 1/8 della superficie calpestabile. Per ogni tipologia di abitazione il rapporto aeroilluminante non deve mai essere inferiore a 1/8, ma molte Leggi regionali sul recupero ad uso abitativo dei sottotetti hanno modificato questo parametro. Qui ci sono tutti i rapporti aeroilluminanti minimi di ogni Regione italiana.
Salotto

Fattore Medio Luce Diurna

E’ il parametro che ha lo scopo di valutare l’illuminazione naturale diurna degli ambienti chiusi. L’FMLD si calcola mediante il rapporto tra l’illuminazione misurata in un punto dell’ambiente interno e quella misurata all’esterno, su una superficie orizzontale esposta alla volta celeste senza alcuna ostruzione in una condizione di cielo coperto.

La normativa nazionale (Decreto Ministeriale 5 luglio 1975) stabilisce un Fattore Medio di Luce Diurna non inferiore al 2%.

Nonostante la normativa, che ricordiamo fissa i limiti minimi, numerosi studi hanno dimostrato che un fattore di luce diurna medio del 5% garantisce un ottimale comfort visivo e maggiore risparmio energetico.

Per ottenere un Fattore di Luce Diurna maggiore è indispensabile valutare l’orientamento della casa, il posizionamento delle finestre e la loro quantità.

Spesso, a parità di superficie dedicata ad una finestra, la quantità di luce varia moltissimo secondo la tipologia di finestra inserita. Rispetto ad una finestra in verticale o abbaino, l’inserimento di una finestra per tetti ha un maggiore Fattore di Luce Diurna.

Per valutare la soluzione migliore, è possibile calcolare l’FMLD con un apposito software, come il VELUX Daylight Visualizer. 

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come progettare una mansarda accogliente e funzionale?

Quali sono i requisiti normativi, come sfruttare la luce naturale e zenitale, come migliorare il comfort in mansarda. Nella guida “Progettare una mansarda” troverai tutto quello che c’è da sapere per dare più valore all’ultimo piano.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista?  Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Monolocale
Realizzazione

Una piccola mansarda piena di luce

Un monolocale di soli 37 mq ben organizzato, con zone funzionali distinte e la camera da letto divisa dal resto da una porta di vetro, illuminato da molte finestre e con un terrazzino che guarda sui tetti.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX