Ecobonus e sostituzione infissi: le domande più frequenti

Vuoi cambiare le finestre sfruttando Ecobonus e detrazioni per sostituzione infissi? Ecco le risposte alle domande più frequenti.

Se vuoi sostituire le finestre per tetti, ecco le domande più frequenti per usufruire della detrazione fiscale al 50% aggiornate con le nuove normative.

D: Come funziona l’Ecobonus per la sostituzione finestre?

R: L’Ecobonus è una detrazione fiscale al 50% che incentiva gli interventi di miglioramento energetico degli edifici. Può essere applicata a tutti i tipi di immobili, sia residenziali che ad uso ufficio / professionale, ma si può ottenere solo per serramenti che delimitano il volume riscaldato, quindi serramenti tra locali riscaldati e ambiente esterno o tra locali riscaldati e altri locali non riscaldati. Non è applicabile in stanze non riscaldate, come ad es. un garage.

L’Ecobonus, oltre al rispetto della normativa nazionale e regionale, richiede anche il rispetto dei valori di isolamento definiti dal Decreto del Ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008 e successivamente modificati dal Decreto 6 gennaio 2010.

D: Ci sono dei limiti di spesa?

R: Dal 6 ottobre 2020 sono stati introdotti dei massimali di spesa, che vanno da 550 a 750 euro al mq (dimensioni del foro finestra) a seconda della zona climatica. Le spese per la posa della finestra, i materiali e gli accessori per l’installazione (raccordi, cornice isolante, ecc.) sono invece sempre incentivabili al 50%, non hanno tetti massimi di spesa.

Il limite massimo di spesa detraibile per la sostituzione di serramenti è pari a 60.000 euro.

D: Su quali prodotti c’è la detrazione?

R: L’Ecobonus prevede la detrazione fiscale fino al 50% per:

  • la fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso
  • integrazioni e sostituzioni dei componenti vetrati
  • fornitura e posa in opera di scuri, persiane, avvolgibili e relativi elementi accessori, sostituiti simultaneamente agli infissi (o al solo vetro) oggetto di intervento
  • prestazioni professionali.

D: Detraggo solo il prodotto o recupero anche l’uscita dell’installatore? 

R: Sono detraibili sempre al 50% tutte le spese dei lavori di sostituzione, fornitura e posa in opera delle finestre, quindi tutti i lavori da parte di un installatore professionale. Inoltre, sono detraibili anche le spese professionali correlate all’intervento. Le spese professionali sono ridotte al minimo nel caso di sostituzione d’infissi in quanto, nel caso delle finestre, tale asseverazione può essere sostituita da una certificazione del produttore. Inoltre, specifica Enea “non è richiesto l’attestato di prestazione energetica e i dati possono essere trasmessi dall’utente finale senza l’intervento di un tecnico”.

D: La detrazione include anche le tapparelle?

R: L’Ecobonus prevede anche la detrazione delle schermature solari (tende, tapparelle, ecc) a patto che non siano smontabili, proteggano una superficie vetrata, devono essere mobili (devono permettere di regolare gli apporti energetici impacchettandosi), devono rispettare le leggi e normative nazionali e locali in tema di sicurezza e di efficienza energetica.

Ricordiamo che sono incentivabili tende acquistate solo se hanno funzione di schermatura solare (se invece acquistate in contemporanea alla sostituzione delle finestre, sono incentivate come opere complementari).

cameretta

D: Se cambio una finestra e ne aggiungo una nuova, ho l’Ecobonus anche sulla nuova?

R: L’intervento detraibile con l’Ecobonus deve essere solo una sostituzione di elementi già esistenti e/o sue parti (e non come nuova installazione). Nel caso in cui tu crei un nuovo foro, ad esempio una nuova finestra per tetti per rendere più luminosa la tua mansarda, l’intervento è detraibile sempre al 50% ma come Bonus ristrutturazione, non come Ecobonus.

D: Quali sono i tempi per le pratiche?

R: Bisogna inviare la “Scheda descrittiva dell’intervento” entro 90 giorni dalla data di fine dei lavori o di collaudo delle opere
attraverso l’apposito sito web relativo all’anno in cui essi sono terminati (https://detrazionifiscali.enea.it/). Nella scheda dell’intervento si devono inserire i dati dell’immobile, quelli dei beneficiari, le caratteristiche dei serramenti.

D: Che documenti devo conservare?

R: Ci sono due tipi di documenti da conservare.

1 – Documenti tecnici

  • originale della scheda descrittiva dell’intervento
  • asseverazione redatta dal tecnico abilitato e, in particolare, i valori di trasmittanza termica dei nuovi infissi installati e di quelli sostituiti.
  • schede tecniche di prodotto e marcatura CE con relative dichiarazioni di prestazione
  • copia dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE). Tale documentazione NON è richiesta nel caso della singola unità immobiliare.

2 – documenti amministrativi:

  • delibera assembleare di approvazione di esecuzione dei lavori nel caso di interventi sulle parti comuni condominiali
  • fatture relative alle spese sostenute
  • ricevute dei bonifici (bancari o postali dedicati ai sensi della Legge 296/2006)
  • stampa della e-mail inviata dall’Enea contenente il codice CPID che costituisce garanzia che la scheda descrittiva dell’intervento è stata trasmessa.

Cogli l’occasione di cambiare le finestre per tetti e risparmia subito grazie agli incentivi fiscali: VELUX ti offre lo sconto in fattura. Scopri come funziona.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

accesso alla mansarda
Realizzazione

Come più finestre per tetti affiancate rendono una mansarda speciale

L'aggiunta di finestre per tetti affiancate ha trasformato una soffitta buia in una mansarda luminosa e spaziosa.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX