Scia per ampliamento sottotetto

Se vuoi ampliare un sottotetto per renderlo una accogliente mansarda, a seconda del tipo di lavori, sono richiesti dei modelli o permessi di costruire diversi. Per modifiche di media entità è richiesta la Scia, ecco in quali casi.

Quando serve la Scia per ampliamento del sottotetto?

La SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) serve per interventi di restauro e di risanamento conservativo riguardanti le parti strutturali dell’edificio, come ad esempio il rinforzo del solaio di un sottotetto lasciando inalterata l’altezza, la creazione di una porta o finestra su un muro portante, il rifacimento del tetto, il consolidamento di pilastri, travi o fondazioni.

Scia per ampliamento sottotetto

La Scia alternativa al Permesso di costruire è richiesta quando i lavori sono ancora più “pesanti”, come ad esempio:

  • una ristrutturazione edilizia che porti alla costruzione di un corpo edilizio del tutto o solo in parte diverso dal quello di partenza e che comporti modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti (es. la ristrutturazione di un sottotetto con aumento dell’altezza, se permesso)
  • la ristrutturazione edilizia che, solo per gli immobili che si trovino nei centri storici, comporti un cambio della destinazione d’uso (es. recupero di un ex loft per trasformarlo in una moderna mansarda).
Serve la Scia se devi creare una finestra su un muro portante, mentre basta la comunicazione Cila per la modifica delle dimensioni di un serramento.

Se invece devi fare dei lavori considerati “leggeri”, basta la Cila (Comunicazione di inizio lavori asseverata). Ecco degli esempi:

  • nuovi allacciamenti o rifacimento di fognature esistenti
  • il riordino degli spazi interni con spostamento di tramezzi e divisori non portanti
  • la creazione di controsoffitti in cartongesso
  • l’installazione e posa in opera di canna fumaria
  • il rifacimento degli impianti elettrico, idrico, di riscaldamento, di condizionamento, antintrusione
  • l’apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne (sempre che non riguardino le parti strutturali dell’edificio)
  • la modifica di dimensioni di un serramento.

Per fare tutto a regola d’arte è sempre meglio affidarsi alla consulenza di un tecnico esperto che non solo sa darti consigli sulle soluzioni migliori per la tua mansarda, ma è anche in grado di compilare il modello o permesso di costruire richiesto.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

Ristrutturazione di un sottotetto con vista sul mare

Una ristrutturazione che punta sulla luce naturale con tante aperture e finestre per tetti per creare una mansarda luminosa e confortevole.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX