Bonus fiscali cumulabili: come funzionano

I superbonus al 110% possono essere cumulabili con altri bonus? Sì: per cumulabilità si intende l'applicazione di incentivi diversi per la ristrutturazione della stessa mansarda, ma non per lo stesso identico singolo intervento. Ecco le regole.

Le agevolazioni sui lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica sono cumulabili con il super Ecobonus al 110% per lavori iniziati a partire dallo scorso primo luglio 2020?

Sì, ma per poter cumulare più incentivi, ci sono queste regole da seguire:

  • se i lavori effettuati sull’unità immobiliare o sulla mansarda rientrano su diversi benefici, tu devi scegliere quale applicare (in pratica, puoi utilizzare una singola agevolazione per ogni singolo intervento, ovviamente optando per quello più conveniente per te)
  • se in uno stesso immobile fai in contemporanea più interventi che ricadono in diverse agevolazioni, è possibile la cumulabilità. Ad esempio, puoi applicare ad alcuni lavori legati al miglioramento energetico il super Ecobonus al 110%, ad altri, di puro restauro, il bonus Ristrutturazione al 50%
  • c’è poi una norma specifica del super Ecobonus che permette di innalzare la detrazione fiscale al 110% anche per tutti gli altri lavori di efficienza energetica del “vecchio” Ecobonus, come ad esempio la sostituzione di tende e serramenti (vedi il prossimo paragrafo).

Lavori trainanti e trainati del super Ecobonus

In dettaglio, per ottenere il super Ecobonus al 110% nella tua mansarda:

  • può essere prima o seconda casa, ma non puoi richiedere l’agevolazione per i lavori su più di due immobili
  • non deve rientrare in un codice catastale di lusso (A1, A8 e A9)
  • devi fare almeno uno di questi tre lavori considerati principali o trainanti:
    1 – isolamento termico delle superfici opache verticali che riguardino oltre il 25% dell’intonaco
    2 – interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti a pompa di calore
    3 – lavori sulle parti comuni degli edifici condominiali per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati.

Ci sono altri lavori che possono essere ricompresi nell’agevolazione al 110% solo se vengono eseguiti contemporaneamente a un intervento trainante compreso nelle tre categorie sopra descritte.

Questi cosiddetti lavori trainati sono:

  • gli interventi che rientrano nell’Ecobonus ordinario (art.14 D.L. 63/2013) come ad esempio la sostituzione di infissi, serramenti e tende
  • l’installazione di impianti solari fotovoltaici
  • la realizzazione di colonnine di ricarica la ricarica per  veicoli elettrici.
Se i tetti di spesa dei superbonus non coprono tutti i costi del tuo restauro della mansarda, puoi scegliere, a seconda del tipo di lavoro, un incentivo diverso, anche tra i "vecchi" Ecobonus e bonus Ristrutturazione.

cumulabilità bonusCumulo tra superbonus al 110% ed incentivi regionali e comunali

Analizziamo ora la cumulabilità delle detrazioni al 110% con eventuali ed ulteriori incentivi nazionali, regionali o locali sullo stesso tipo di lavori.

Per le “vecchie” detrazioni Ecobonus dal 50% al 65%, l’Enea in precedenza ha chiarito che:

  • non sono cumulabili con altre agevolazioni fiscali previste da altre disposizioni di legge nazionali per gli stessi interventi (ad esempio puoi scegliere solo il super Ecobonus o il “vecchio” Ecobonus per la sostituzione dei serramenti)
  • sono compatibili con specifici incentivi disposti da Regioni, Province, Comuni.

È però necessario verificare che questi incentivi prevedano la cumulabilità con le detrazioni fiscali nazionali e che siano calcolati sulla parte di spesa residua rimasta, cioè sulla somma per la quale non hai beneficiato della detrazione regionale o locale.

Sui superbonus non vi sono stati chiarimenti specifici in merito di cumulabilità con agevolazioni locali (solo per l’installazione di impianti solari fotovoltaici e di sistemi di accumulo, il decreto Rilancio prevede espressamente la non cumulabilità).

Ricordiamo che è possibile scegliere tra vari bonus per lavori diversi, anche perché per lavori di pesante ristrutturazione, i tetti di spesa dei superbonus non sono così alti da coprire l’intero costo dei lavori, lasciando spazio per poter optare anche per i “vecchi” incentivi dall’aliquota più bassa ma con tetti di spesa più alti e con tempi maggiori di recupero dell’incentivo tramite sconti sull’Irpef in rate annuali di pari importo (10 anziché 5 dei superbonus).
Qui trovi i tetti di spesa per i lavori incentivabili con i superbonus.

foto autore
Elena Liziero

Articoli correlati

Vuoi saperne di più su come funziona il bonus fiscale del 50%?

Ristrutturare il sottotetto costa la metà, grazie alla detrazione IRPEF del 50%. Nella “Guida al bonus fiscale del 50%” troverai tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo per gli interventi di ristrutturazione.

Scarica la Guida Cerchi il supporto di un professionista? Contatta un progettista del Club VELUX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzazione

7 mansarde perfette per l’inverno

Una collezione di progetti di mansarde dal mood invernale, arredate con camini, stufe e tanto legno.

Club progettisti VELUX

E' arrivato il momento di ristrutturare il sottotetto? Trasformalo in una luminosa mansarda. Affidati all'esperienza del Club Progettisti VELUX.

Trova un progettista Sei un progettista? Scopri i vantaggi del Club VELUX